Mascherine a 50 centesimi, sicuri che è una buona idea? Ecco quali sono i rischi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:43

conte mascherina 50 centesimi Tra le (poche) novità comunicate ieri dal premier Conte c’è anche il prezzo delle mascherine. 

Il Presidente del Consiglio ha infatti comunicato che l’arrivo della fase 2, a partire dal prossimo 4 maggio, prevederà anche un prezzo fisso per le mascherine protettive, pari a 50 centesimi l’una.

In molti l’hanno vista come una buona misura, dato che nelle scorse settimane i prezzi delle mascherine sono schizzati alle stelle provocando forti polemiche. Tuttavia, la testata “NextQuotidiano” la considera una mossa sbagliata, definendo il governo Conte “incapace dal punto di vista economico”.

Secondo NextQuotidiano, infatti, si avrà molto presto una carenza di mascherine, ancora più pesante di quella a cui abbiamo assistito senza il prezzo imposto.

Mascherine introvabili e di scarsa qualità: rischio concreto

Questo perchè un prezzo così basso faciliterà gli acquisti di massa, impedendo a tutta la popolazione di potersi dotare delle mascherine, semplicemente perchè non saranno sufficienti.

Ma non è soltanto un discorso di quantità, spiega NextQuotidiano. Il problema sorgerà anche dal punto di vista della qualità, perchè le aziende in grado di realizzare delle ottime mascherine con materiali più adatti rinuncerà alla produzione: il prezzo imposto, infatti, non consentirà a queste aziende di tenere a posto i conti. Problematiche tutt’altro che banali, di cui il governo dovrà tenere conto (forse).

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!