Percosse gratuite ai migranti, accuse alla Polizia: sarebbe successo, il 25 aprile, a Ponte Galeria

Due migranti del Cpr di Ponte Galeria (Roma) hanno raccontato, in un video, di essere stati picchiati da alcuni agenti con dei manganelli. La denuncia è stata raccolta da “LasciateCIEntrare”

Due migranti che attualmente si trovano presso il Cpr (Centri di permanenza temporanea) di Ponte Galeria (Roma) hanno dichiarato di essere stati picchiati– e senza ragione alcuna- da degli agenti di Polizia.

Il racconto di questi uomini è contenuto in un video che loro stessi hanno girato e che è stato poi pubblicato sulla pagina Facebook della campagna LasciatCIEntrare. Questa è la campagna nata nel 2011 come espressione di protesta nei confronti di una circolare del Ministero dell’Interno che vietava l’accesso degli organi di stampa nei C.A.R.A. (Centri accoglienza richiedenti asilo) e nei CIE (Centri Identificazione ed Espulsione).

Agenti di Polizia accusati di aver percosso dei migranti, i fatti nel Cpr di Ponte Galeria

Denuncia di chi resiste al cpr di ponte galeria
La video denuncia delle botte ricevute dalle “forze dell’ ordine” nel cpr di ponte galeria.
Chiedono giustizia e libertà denunciando tutti gliabusi e la vergogna del sistema lager dei cpr.
In lotta per la libertà sempre
#maipiucie
#tuttiliberi
#resistenza

Con queste parole, ieri, la pagina Facebook della campagna LasciateCIEntrare ha pubblicato un video- denuncia girato per denunciare un’aggressione di cui due migranti sarebbero stati vittima nel Centro di permanenza temporanea di Ponte Galeria. I fatti denunciati si sarebbero consumati nella giornata della Festa della Liberazione, cioè il 25 aprile scorso, e a picchiare i due uomini sarebbero stati degli agenti.
Siamo andati dal direttore perché stiamo facendo il Ramadan e abbiamo chiesto di mangiare. È arrivata la Polizia e ci ha picchiato con i manganelli“, si sente dire nel video. I due denuncianti hanno mostrato alla telecamera i segni di percosse che hanno su schiena e addome. Uno dei due sarebbe stato colpito alla testa. La vicenda è stata raccontata anche da Roma fanpage.

Agenti di Polizia accusati di aver percosso dei migranti, i due uomini avrebbero chiesto del cibo

Cosa abbiamo fatto nella nostra vita per meritare questo, non abbiamo ammazzato nessuno. Ogni volta fanno abusi di potere su di noi, ieri a noi, domani può capitare a un’altra persona. Ogni giorno è così, chi parla viene menato“, si sente dire nel video. E ancora: “Qui siamo in trenta, in venti facciamo il Ramadan. Abbiamo fatto un’istanza scritta e una protesta pacifica perché non ci vogliono ascoltare. Sono arrivati col bastone, dicendomi ‘hai rotto il c**o‘”.

Alla base di questa aggressione ci sarebbe una richiesta fatta dai due migranti per avere del cibo (latte e pane).

Maria Mento