Telegram, revenge porn: 3 indagati dopo la denuncia di Diletta Leotta – VIDEO

Tre denunciati per revenge porn su Telegram, Diletta Leotta è una delle vittime, la denuncia della conduttrice ha dato il via alle indagini

Gli amministratori di tre canali Telegram, usati per pubblicare e vendere foto e video a scopo di revenge porn, sono stati denunciati a piede libero. I canali in questione sono: “Stupro tua sorella 2.0”, “La Bibbia 5.0”, “Il vangelo del pelo”, ed erano frequentati da moltissimi utenti.

Le indagini della Polizia Postale sono partite a seguito di una denuncia di Diletta Leotta, alcune sue foto private sono state pubblicate sul canale “Stupro tua sorella 2.0”. Gli investigatori sono risaliti a un 35enne di Nuoro e un 17enne di Palermo. I canali contenevano foto di persone in atteggiamenti intimi, c’erano immagini anche di Wanda Nara.

Un 29enne bergamasco è invece indagato per aver usato quei gruppi per vendicarsi dell’ex compagna. Gli account degli amministratori sono stati sequestrati, i canali però sono ancora aperti.

I tre indagati rischiano da 1 a 6 anni di carcere e fino a 15 mila euro di multa. Anche chi si è iscritto ai canali e ha ricevuto, pubblicato e diffuso immagini rischia la stessa pena.

Sara Fonte