Coronavirus, le super misure di sicurezza dell’aeroporto di Hong Kong. Cabine per eliminare batteri e virus

aeroporto hong kong coronavirus misure Nel tentativo di ridurre la diffusione del coronavirus, l’aeroporto internazionale di Hong Kong ha iniziato a sperimentare diverse nuove tecnologie.

Steven Yiu, vicedirettore dell’Hong Kong Airport Authority (AA), ha dichiarato che la sicurezza e il benessere del personale aeroportuale e dei passeggeri “sono sempre la priorità”.

“Sebbene la pandemia abbia influenzato il traffico aereo, il nostro aeroporto non risparmia sforzi per garantire che lo scalo resti un ambiente sicuro per tutti gli utenti – afferma Yiu – Continueremo ad esaminare nuove misure per migliorare il nostro lavoro di pulizia e disinfezione”.

Ai passeggeri verrà misurata la temperatura prima di entrare nelle cabine “CLeanTech”, che impiegano solo 40 secondi per uccidere i virus.

La superficie interna della cabina è dotata di un rivestimento antimicrobico, in grado di uccidere tutti i virus e i batteri presenti sul corpo umano e sui vestiti.

L’aeroporto sta inoltre sperimentando l’applicazione di rivestimenti antimicrobici in tutte le strutture dedicate ai passeggeri.

L’aeroporto si dota anche di robot per pulire a fondo gli ambienti 

Il rivestimento invisibile, in grado di distruggere germi, batteri e virus, verrà quindi applicato alle superfici “ad alto tocco” nel terminal, tra cui maniglie e sedili degli autobus passeggeri, servizi igienici, area salotto, carrelli portabagagli, pulsanti dell’ascensore e altro ancora.

Nel frattempo, come riportato dal “Mirror”, l’aeroporto ha anche richiesto l’aiuto di robot che puliscono gli ambienti in totale autonomia. I robot sono dotati di sterilizzatore a luce UV e sterilizzatore ad aria e vengono utilizzati nei servizi igienici dell’aeroporto, nonché nelle aree operative chiave.

Secondo il report, i robot possono sterilizzare fino al 99,99% dei batteri nelle loro vicinanze in soli 10 minuti. Il processo è attualmente in corso: in caso di esito positivo, le misure di disinfezione potrebbero diventare permanenti.