Coronavirus, l’uscita dal lockdown degli altri: anche la Grecia riparte da lunedì e pensa già al turismo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Come l’Italia, i nostri vicini greci lanciano la fase 2 a partire dal 4 maggio.

Dall’altra parte del Mediterraneo il coronavirus ha colpito con meno forza (2612 i casi confermati, 1374 le guarigioni e 143 i decessi) ma la gestione dell’emergenza è stata lodevole

In tal senso, abbiamo scritto un articolo ad inizi mese scorso: Coronavirus, il modello Grecia: perché hanno meno di 2000 contagi e di 100 morti?

Ad ogni modo, dicevamo, i greci da lunedì riprenderanno poco alla volta ad avere una vita “normale”, dopo essere stati in lockdown come gran parte del mondo.

“L’uscita dalla quarantena avverrà passo dopo passo. Nessuno può escludere un possibile riacutizzarsi della crisi”: sono queste le parole del premier Kyriakos Mitsotakis, prudente come un po’ tutti i corrispettivi europei.

L’obiettivo comunque è di evitare lockdown diffusi in futuro: “localizzare eventuali nuovi focolai in modo che eventuali nuove restrizioni siano veloci, locali e non influenzino l’intero Paese”.

Scendendo nel pratico, da lunedì non ci sarà più bisogno di mandare sms o avere la certificazione per uscire (i greci a differenza nostra hanno offerto anche una versione digitale dell’autocertificazione).

Sarà comunque possibile girare solo nel proprio comune di residenza.

Da lunedì sarà possibile circolare in tre in macchina (due passeggeri + il guidatore. Prima solo un passeggero).

Con i taxi potrà andare solo un passeggero per volta.

Gli esercizi che riapriranno da lunedì saranno quelli di piccole dimensioni, oltre che parrucchieri e centri estetici.

Come segnalato da altre realtà online, il pensiero del governo greco va adesso al turismo – con la stagione estiva imminente: il turismo garantisce il 20% del Pil (nel 2019 la Grecia ha incassato oltre 18 miliardi di euro grazie al turismo) e rinunciarvi sarebbe troppo per una economia certamente non florida come quella greca.

Per questo motivo, il ministro per il Turismo Harry Theoharis si auspica l’Europa si muova affinché possano essere delineate “nuove regole” per il settore che consentano comunque un flusso turistico in terra ellenica.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!