Coronavirus, per i ricercatori dell’Imperial College di Londra l’Italia rischia una seconda ondata di contagi e decessi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:03

Per i ricercatori dell’Imperial College di Londra, il nostro Paese rischierebbe una seconda ondata di contagi e decessi ancora più forte della prima. Tutto ciò, in caso di mancato rispetto delle norme di distanziamento sociale.

I ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno previsto uno scenario non proprio felice per l’Italia, nel caso non venissero rispettate le norme di distanziamento sociale in questa Fase 2. Per i ricercatori, l’Italia è ben lontana dalla soglia di immunità di gregge ed è ancora a rischio.

I ricercatori hanno lavorato su tre scenari diversi, in base a come il virus si comporterà. Se l’Italia fosse rimasta in quarantena, se gli italiani riprenderanno a muoversi al 20% dei livelli pre-lockdown e se arriveranno al 40%.

Coronavirus, la cupa previsione dei ricercatori dell’Imperial College di Londra sul nostro Paese, in caso di mancato rispetto del distanziamento sociale nella Fase 2

Per i ricercatori, se gli italiani dovessero tornare ad appena il 20% della loro normale routine, ciò porterà a un incremento delle morti anche maggiore rispetto alla prima ondata nel giro di tre settimane. Un’ipotesi ancora peggiore ci sarebbe se dovessero tornare al 40%. Per l’Imperial College di Londra, l’Italia non sarebbe ancora pronta per affrontare queste riaperture concesse dal nostro Governo.

Ovviamente, i ricercatori hanno fatto notare che la triste previsione non tiene conto delle misure preventive. Per questo diventa necessaria un’app di ‘contact tracing’, mantenere sempre il distanziamento sociale e usare le mascherine.

La speranza è che questi ricercatori possano sbagliarsi. La curva epidemica al momento sembra scendere lentamente. Le prossime settimane saranno di sicuro decisive per capire se davvero il virus possa aver diminuito il suo impatto sulle nostre regioni.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!