Stasera in TV | Cosa c’è oggi, martedì 5 maggio 2020

Stasera in tv
Stasera in tv

La programmazione, in prima e seconda serata, di martedì’ 5 maggio 2020.

Cosa c’è stasera in tv? Ecco, per voi, la programmazione, in prima e seconda serata, di oggi, martedì 5 maggio 2020. Iniziamo da Rai 1 che propone lo show musicale “Pohh amici per sempre”. A seguire, una nuova puntata di “Porta a Porta”.

Su Rai 2 va in onda il film “Gomorroide”: la camorra è in ginocchio grazie al più grande fenomeno mediatico degli ultimi anni: “Gomorroide”, un telefilm comico che la prende in giro. Un giorno, ai tre attori della serie, viene recapitata una busta. In seconda serata, il film “Made in China napoletano”.

Su Rai 3 torna l’approfondimento politico di “#cartabianca”, seguito dal tg della notte.

Passiamo alle reti Mediaset, iniziando da Rete 4 che propone l’approfondimento politico di “Fuori dal coro”. Subito dopo, il film “Gli amanti passeggeri”.

Su Canale 5 va in onda il film “Padre Pio”: Padre Pio ha ottantuno anni ed è al termine dei suoi giorni. E’ da poco passata la mezzanotte. Nella piazza stracolma di fedeli, in attesa della prima messa, si ferma un’auto dalla quale scende un Prelato arrivato da Roma. Il Visitatore si presenta a Padre Pio, asserendo di essere venuto a titolo personale. In realtà, è mandato dal Sant’Uffizio per smascherare quello che per decenni è stato ritenuto un fenomeno medievale. Padre Pio non si sottrae all’ultimo interrogatorio. Così, spronato dalle domande provocatorie del Visitatore, comincia a raccontare la sua vita. Partendo dalla sua povera infanzia a Pietrelcina, gli racconta della sua naturale dimestichezza con la comunicazione spirituale, dei primi duri scontri col “demonio” e quindi della “chiamata” di Dio. Entra come novizio al Convento di Morcone. Dopo il noviziato, passa di convento in convento ma le sue già precarie condizioni di salute peggiorano sempre più. Si ammala gravemente. Grazie all’aiuto di padre Agostino, divenuto suo confessore, Padre Pio viene rimandato a Pietrelcina dove rimarrà per ben nove anni. Il 7 settembre del 1910 è il giorno delle “Stimmate invisibili”, il primo tangibile segnale del progetto che Dio ha nei suoi confronti. Scoppia la prima guerra mondiale. Padre Pio viene chiamato alle armi ma dopo molte visite viene rimandato a casa per gravi problemi polmonari. Poco dopo, giunge a San Giovanni Rotondo, nel piccolo convento che non lascerà più. Per prima cosa, raccoglie attorno a sè un gruppo di devote che diventeranno il nucleo storico delle sue figlie spirituali. La costituzione dei gruppi di preghiera è un passo successivo e naturale. Il 20 settembre del 1918 è il giorno delle stimmate visibili: ferite sanguinanti, nelle mani, nei piedi e nel costato, che porterà con sè per cinquanta anni. I giornali si occupano di lui. Cominciano le ispezioni del Sant’Uffizio, ispezioni che ben presto, come nel caso di Padre Gemelli, si trasformano in persecuzioni vere e proprie. Le figlie spirituali gli sono vicino e fra queste l’eletta risulterà Cleonice Morcaldi. Padre Pio ha anche tanti amici pronti a battersi per lui. Primo fra tutti, Emanuele Brunatto, un ex biscazziere giramondo che Padre Pio ha riportato all’ovile. Brunatto scriverà e pubblicherà numerosi libri e dossier sulle malefatte degli uomini che accusano ingiustamente Padre Pio. Durante una pausa del racconto, il Visitatore, per nulla impressionato da ciò che ha sentito, con un gesto improvviso strappa i guanti dalle mani di Padre Pio e, non vedendo più le stimmate, che lentamente si stanno richiudendo, lo accusa di essere un impostore e di aver ingannato tutti per cinquant’anni. Padre Pio si giustifica dicendo la verità: e’ Dio che gliele sta togliendo prima di chiamarlo a sè. E’ mattina ed è ora della messa. Durante la celebrazione della messa cantata, Padre Pio sviene. Portato nella sua cella, viene soccorso da due medici. Poi, ripresosi, prega il Visitatore di non andarsene poichè vuole confessarsi. Padre Pio e’ di nuovo al cospetto del Visitatore che preme per sapere la verità sulle stimmate. E Padre Pio prosegue col racconto della sua vita… Informata delle cattive condizioni di salute del figlio, al convento arriva mamma Peppa, la madre di padre Pio che però, già vecchia e malata, muore dopo una breve malattia. Intanto, le persecuzioni continuano. Scoppia la seconda guerra mondiale. In questo periodo, l’opera pastorale di Padre Pio si intensifica. I miracoli e le predizioni non si contano più. San Giovanni Rotondo è meta giornaliera di fedeli. I morti ed i feriti prodotti dalla guerra convincono Padre Pio che è tempo di muoversi concretamente. Nasce l’idea di costruire l’ospedale. Il Visitatore lo accusa, allora, di aver fondato una chiesa parallela e di aver sfruttato commercialmente la sua immagine. A tale accusa Padre Pio reagisce al punto da sentirsi male. Intanto, muore il vecchio padre Grazio. Il 5 maggio del 1956 viene inaugurata la “Casa Sollievo della Sofferenza.” Scoppia lo “scandalo Giuffrè”. I responsabili dell’Ordine coinvolti nello scandalo chiedono aiuto a Padre Pio ma non ottengono niente. Ricominciano le persecuzioni e i divieti. Padre Pio arriva alla fine del suo racconto. Il Visitatore resta impassibile, fino a quando Padre Pio non gli rivela un inconfessabile segreto che riguarda proprio lui, il Visitatore. Che, a questo punto, crolla: si inginocchia e chiede a Padre Pio di essere perdonato per tutto il male che gli ha fatto. I due si abbracciano e il Visitatore assolve Padre Pio da tutti i suoi peccati. Poi va via. Padre Pio muore alle due di notte del 22 settembre 1968. A seguire, la rubrica, dedicata al mondo della moda, “X Style”.

Su Italia 1 va in onda una nuova puntata de “Le Iene Show”, seguita dal cartone animato “American Dad”.

Su La 7 va in onda l’approfondimento politico di “DiMartedì”. In seconda serata, il tg della notte.

Per quanto riguarda gli altri canali del digitale terrestre, su Nove va in onda il film “Diverso da chi?”: in una città del nord, viene eletto un sindaco gay a cui gli affiancano una vice molto perbenista. I due prima litigano, poi finiscono a letto.

Stasera in TV, la programmazione di martedì 5 maggio 2020

Rai 1

21:20 Pooh amici per sempre
23:30 Porta a Porta

Rai 2

21:20 Gomorroide (film)
23:30 Made in China napoletano (film)

Rai 3

21:20 #cartabianca
00:00 Tg3

Rete 4

21:20 Fuori dal coro
00:30 Gli amanti passeggeri (film)

Canale 5

21:20 Padre Pio (film)
00:00 X Style

Italia 1

21:20 Le Iene Show
00:00 DiMartedì

La 7

21:20 DiMartedì
00:30 Tg La7

Maria Rita Gagliardi