Coronavirus, pronto il test della saliva: individua un positivo asintomatico in meno di 6 minuti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:19

coronavirus test della salivaSarà presto in commercio in un kit il test della saliva sviluppato da ricercatori italiani. Permetterà di individuare anche gli infetti asintomatici

Diagnosticare la positività al coronavirus mediante la saliva. Tutto grazie ad un nuovo test chiamato Trs (Test Rapido Salivare) che consente, nell’arco di una manciata di minuti, di rilevare la presenza del Covid-19 e quindi intervenire per tempo con l’isolamento domiciliare della persona infetta. Pronto, entro breve verrà messo in commercio e sarà acquistabile con un vero e proprio kit, come confermato dall’Azienda Territoriale dei Sette Laghi che ha lavorato al nuovo test in collaborazione con l’Università dell’Insubria di Varese. Un nuovo passo avanti che consentirà di circoscrivere ancora di più il numero dei contagiati evitando che, a loro volta, infettino altre persone. Lo strumento, che funziona in modo molto simile ad un test di gravidanza, impiega tra i 3 ed i 6 minuti per fornire i risultati.

Come funziona il test della saliva

Ma come funziona? Si raccoglie la saliva su una striscia di carta assorbente precedentemente trattata con un apposito reagente. Come spiegato nella nota dell’Università dell’Insubria e dell’Asst dei Sette Laghi, se compare una banda significa che il soggetto è negativo mentre se le bande sono due il soggetto è positivo al Covid-19. Grazie a questo test sarà possibile diagnosticare anche in soggetti asintomatici la positività, elemento di fondamentale importanza considerato l’avvio della fase 2 e le progressive riaperture.

Il rettore dell’università Angelo Tagliabue, che insegna Odontostomatologia e l’infettivologo referente regionale e ministeriale per l’emergenza Covid-19 hanno diretto l’equipe dietro inputo del ricercatore di Odontoiatria Lorenzo Azzi e del professor Mauro Fasano, esperto in Biochimica. Nei laboratori dell’Instubria a Busto Arsizio sono stati realizzati, dietro coordinamento della ricercatrice Tiziana Alberio, i reagenti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!