Coronavirus, cagnolina maltrattata riesce a fuggire: è stata curata e ora cerca qualcuno che la ami

La piccola Penny

Questa è la storia di Penny, una cagnolina di 18 mesi che è stata sempre tenuta legata dai suoi ex padroni. La piccola è riuscita a fuggire e le persone che l’hanno trovata l’hanno soccorsa: era gravemente ferita

Romania. La sua gola è stata quasi tagliata dalla corda con cui è stata legata fuori dai padroni che la maltrattavano. La piccola Penny, una cagnolina di 18 mesi, è riuscita a liberarsi e a fuggire, fino a quando delle persone dal cuore gentile non l’hanno trovata e soccorsa. La cagnolina era stata legata e abbandonata a se stessa nel cortile antistante l’abitazione in cui vivono i suoi ex padroni, fino a quando o è fuggita o è stata abbandonata.

Apparentemente, pare che la sua famiglia possa aver voluto liberarsi di lei prendendo al volo l’ “opportunità” offerta dalla pandemia. Ora la storia di Penny, che finalmente si è rimessa in forze ed è pronta a vivere una nuova vita, sta facendo il giro del mondo.

La storia della cagnolina Penny, salvata dai volontari di Paws2Rescue

Penny è una cagnolina di 18 mesi che già ha conosciuto la cattiveria dell’uomo. La piccola viveva insieme a una famiglia rumena che agli inizi di aprile l’ha messa alla porta. Si potrebbe pensare che i padroni abbiano voluto sfruttare la circostanza degli abbandoni causati dal Coronavirus, ma purtroppo si teme che la piccola sia stata tenuta legata fin quasi dal momento stesso della sua nascita. Lo fanno sospettare le bruttissime ferite che Little Penny ha riportato al collo: la corda è arrivata a tagliarle la carne.

Le sue condizioni di salute hanno richiesto l’intervento dei veterinari, che l’hanno dovuta sottoporre a due interventi salvavita. Penny è stata fortunata perché  riuscita a fuggire e ha incontrato sul suo cammino dei volontari che operano con Paws2Rescue, un ente benefico britannico che si occupa di salvare i cani in Romania.

La storia della cagnolina Penny, adesso sta bene e si cerca qualcuno che la adotti

La ferita, profonda, che Little Penny ha riportato al collo le ha lasciato esposta la trachea. Le sue condizioni erano molto gravi, tant’è ce chi l’ha ritrovata pensava che la piccola non sarebbe sopravvissuta un’altra notte. Invece Little Penny ha sfidato ogni probabilità a lei contraria ed è sopravvissuta a ben due operazioni chirurgiche. Di Penny ha parlato Alison Standbridge, la fondatrice dell’ente:

Nell’Est Europa non è raro che i cani vengano tenuti alla catena. Troviamo cani come questo ogni due mesi, ma Penny aveva di gran lunga le condizioni peggiori che abbiamo mai visto. Non abbiamo idea di come sia fuggita, ma è molto probabile che sia stata abbandonata dopo le voci secondo cui gli animali domestici possono trasportare il Coronavirus. È un vero problema. Il numero di cani che troviamo abbandonati è triplicato facilmente. Penny è fortunata ad essere viva”.

Penny è un cane di indole buona e amichevole. Adesso la cucciola cerca una famiglia che finalmente la ami. Vogliamo ricordare, così come ha fatto anche l’OMS, che cani e gatti non trasmettono all’uomo il nuovo Coronavirus, e quindi non vanno abbandonati.

Maria Mento