Quando è la festa della mamma? Un tempo l’8 maggio adesso la seconda domenica di maggio: la storia

Prima del 1956, non esisteva una vera e propria festa della Mamma, in Italia.

Per quanto nel Bel Paese le Mamme si amassero allo stesso modo di quanto si amano oggi (la Mamma è sempre la Mamma è un detto tricolore che non credo abbia corrispettivi negli altri paesi), non esisteva una festa loro dedicata.

Nel 1956 – con un’ottica decisamente commerciale – Raul Zaccari, politico democristiano di Bordighera e primo cittadino della cittadina ligure, lanciò la festa in collaborazione con un’associazione dei fiorai locali al fine di promuovere iniziative commerciali ad hoc: d’altra parte, a quale mamma non piacciono i fiori?

L’anno seguente don Otello Migliosi, un sacerdote della provincia di Assisi, che organizzò una seconda festa della mamma, di stampo religioso. Di stampo religioso ma non solamente collegato alla religione cattolica: l’intenzione di don Otello era di celebrare la mamma nel suo forte valore religioso, non solo cristiano ma anche interconfessionale, come terreno di dialogo tra le varie culture (d’altra parte non c’è niente di “trasversale” come la mamma).

Nel 1958 quindi sempre Raul Zaccari – insieme ai senatori Bellisario, Baldini, Restagno, Piasenti, Benedetti e Zannini – presentò un disegno di legge per istituzionalizzare la festa della mamma.

Poco alla volta, la festa prese piede in tutta Italia, dapprima celebrata l’8 maggio (in concomitanza con la Festa della Madonna del Rosario di Pompei) quindi nella seconda domenica di maggio come in molti altri paesi che celebrano la ricorrenza (Stati Uniti, il Giappone, l’Australia e il Sudafrica).

Festa della Mamma celebrata la seconda domenica di maggio, perché?

Come per molte altre festività, dobbiamo guardare agli Stati Uniti per intercettare le radici della celebrazione.

Anche nel caso della Festa della Mamma è così.

Ormai oltre un secolo fa (era il 1914) il Congresso degli Stati Uniti, attraverso un’apposita delibera del 1914 firmata dal presidente Woodrow Wilson, decise di ufficializzare la celebrazione e stabilì che fosse festeggiata la seconda domenica di marzo.

Andando comunque a vedere le origini della festa, scopriremmo come la stessa abbia un significato politico: la prima volta fu celebrata infatti nel 1870 – sempre negli Stati Uniti – con il nome di ‘Mother’s Day for Peace’.

Era il ‘Giorno della Mamma per la Pace’ e l’iniziativa – promossa da Julia Ward Howe, attivista pacifista che lottava per l’abolizione della schiavitù – aveva un evidente senso politico.

Un po’ come la festa della Donna, solo che spesso ce ne si dimentica.