Bimba ricoverata d’urgenza: ha ingerito un pezzo di hashish dei genitori

bimba ingoia hashish dei genitoriUna bimba di 15 mesi è finita in ospedale dopo aver accusato un malore: i medici hanno accertato la presenza di cannabinoidi nelle sue urine

Quando hanno effettuato tutti gli analisi del caso per capire cosa avesse provocato il malore che ne ha portato il ricovero, i medici hanno fatto una scoperta che ha dell’incredibile. Nel corpicino di una bimba di quindici mesi c’era un pezzo di hashish che la piccola aveva trovato nella sua casa, a Pavia, e ingoiato. Il ricovero nel reparto di pediatria del San Matteo è scattato non appena la bambina si è sentita male mentre i genitori, che hanno lasciato il pezzo di hashish nell’abitazione, risultano indagati con l’accusa di lesioni colpose. La vicenda è raccontata da La provincia pavese: improvvisamente la bimba aveva iniziato a manifestare strani comportamenti addormentandosi molto spesso nel corso della giornata e non rispondendo agli stimoli. La preoccupazione dei genitori li ha portati a recarsi al pronto soccorso pediatrico del Policlinico di Pavia dove la bimba è stata sottoposta agli esami delle urine. In poche ore è emersa la verità: la presenza di cannabinoidi.

Mamma e papà indagati per lesioni colpose

Sono stati il papà e la mamma a spiegare ai medici quello che poteva essere successo, aggiungendo di aver fatto uso, nei giorni precedenti, di hashish che poteva spiegare il malore e gli anomali comportamenti della figlia. La bimba, girando per casa, ne avrebbe trovato un pezzo ingerendolo. Fortunatamente la piccola non è in pericolo di vita ed il suo quadro clinico è rapidamente migliorato grazie all’intervento dei medici che hanno avviato una terapia ad hoc. Tanto che è potuta tornare a casa e, per il momento, potrà restare con i genitori i quali dovranno però seguire un accurato percorso di sostegno con la supervisione dei servizi sociali del comune. Mentre il Tribunale per i minori di Milano sta seguendo il caso.