Aereo viene fatto precipitare per un esperimento: ecco chi muore e chi no

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:05

Un boeing 727 è stato utilizzato per un esperimento teso a comprendere chi può sopravvivere ad un disastro aereo a bordo di un velivolo.

Il boeing 727 è da poco andato in pensione e non viene più commercializzato. Ciò nonostante ancora oggi ce ne sono diversi modelli in circolazione che vengono utilizzati per voli charter, voli privati e anche alcuni voli di linea. Qualche giorno fa uno dei modelli non più in utilizzo è stato fatto volare per l’ultima volta e sacrificato con uno scopo scientifico.

Leggi anche ->1000 modi per morire: uomo investito e ucciso da un aereo su una pista d’atterraggio

L’obbiettivo degli studiosi era quello di comprendere quali sono i danni sull’aereo quando precipita a causa di un’avaria. Per simulare il disastro hanno riempito il velivolo con manichini per crash test e assoldato un pilota per portarlo sopra il deserto di Sonora, Messico, e farlo schiantare. Il costo totale dell’esperimento è stato di 1 milione di dollari.

Leggi anche ->Guasto a bordo, aereo atterra in autostrada: “Una scena vista solo nei film”

Esperimento su un incidente aereo: ecco chi è che potrebbe sopravvivere

Chiaramente i dati ottenuti non coprono l’eventualità che uno dei due motori prenda fuoco e possa esplodere prima dell’impatto o altri possibili inconvenienti, serve in ogni caso per comprendere chi dei passeggeri a bordo si possa salvare in caso di avaria improvvisa. Il pilota ha portato l’aereo nei pressi del punto designato per filmare l’impatto, quindi un minuto prima che avvenisse si è paracadutato fuori dal boeing 727 che precipitava da 2.500 metri d’altezza a circa 225 chilometri orari.

Com’è possibile vedere dal filmato, all’impatto con il suolo il muso dell’aereo si spezza e la parte superiore del telaio viene totalmente divelta. Appare chiaro come pilota, copilota ed anche lo staff di bordo messo subito dietro la cabina di pilotaggio muoia sul colpo. Le prime 11 file vengono totalmente spazzate via da una forza d’urto pari a 12 G-force. Il che significa che 66 passeggeri sarebbero morti sul colpo. I passeggeri della parte centrale hanno subito una forza d’urto inferiore (8G) e sarebbero gravemente feriti, mentre quelli delle file in fondo avrebbero avuto ferite lievi.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!