Coronavirus, dal 25 maggio riapriranno le palestre: quali saranno le nuove regole da seguire

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:07

Il 25 maggio 2020 è prevista la riapertura delle palestre: vediamo insieme quali norme dovranno far rispettare i gestori. Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha dettato delle linee guida

Gli amanti dello sport da praticare in palestra possono tirare un sospiro di sollievo: dopo oltre due mesi di chiusura, il prossimo 25 maggio anche le palestre torneranno ad accogliere i cittadini. Ovviamente, lo si dovrà fare garantendo il rispetto di tutte le norme di sicurezza pensate dal Governo. Scopriamo allora quali sono le indicazioni che sono arrivate dal Ministero dello Sport.

La riapertura delle palestre, ingressi contingentati e 2 metri di distanza di sicurezza

Il 25 maggio 2020 le palestre riapriranno i battenti e lo dovranno fare seguendo degli accorgimenti che sono stati pensati  per limitare al massimo i nuovi contagi da Covid-19. Queste linee guida sono state fornite dal Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, tenendo conto delle indicazioni rilasciate dal Comitato tecnico scientifico e dagli organismi di rappresentanza sportiva.

Intanto, bisognerà recarsi in palestra indossando già da casa il proprio abbigliamento ginnico. Si deve cercare, ove possibile, di evitare di svestirsi e rivestirsi in palestra. Cambiarsi in sede, comunque, sarà permesso nei locali di utilizzo comune: per farlo bisognerà attrezzarsi di buste sigillanti in cui raccogliere i propri rifiuti personali.

Rimane invariato il concetto della distanza di sicurezza interpersonale, condizione essenziale per poter tornare a svolgere una vita “normale” in tutta sicurezza. La distanza personale dovrà essere di un metro tra atleti che ancora non abbiano iniziato ad allenarsi, mentre una volta iniziata la seduta sportiva bisognerà aumentarla e portarla a non meno di due metri. La mascherina dovrà essere presente e sempre a portata di mano, ma non sarà necessario indossarla quando si farà attività.

Rimane attivo il divieto di dare vita ad assembramenti di persone. Per questa ragione, gli ingressi alle palestre dovranno essere contingentati e sarà magari preferibile  comunicare preventivamente la propria volontà di recarsi in palestra, prendendo un appuntamento. È vietatolo scambio tra operatori sportivi e personale comunque presente nel sito sportivo di dispositivi (smartphone, tablet, ecc)”.

La riapertura delle palestre, gli sport di gruppo e le altre regole da rispettare

Gli sport di gruppo non saranno vietati. Sarà possibile praticare le sedute purché ci siano sempre due metri di distanza tra un iscritto e l’altro e purché l’istruttore non si avvicini oltre il consentito agli allievi. Successivamente si dovrà procedere alla sanificazione e all’areazione dei locali così utilizzati.

Ci sono anche delle semplici, ma importantissime, regole che ogni persona dovrà rispettare. Scopriamole di seguito:

  1. Ciascuno dovrà disinfettare i propri effetti personali e non condividerli con altri (si includono in questa cerchia anche gli attrezzi);
  2. Gli iscritti non dovranno toccare oggetti o segnaletica fissa;
  3. Ci si dovrà presentare già abbigliati in modo adeguato (come già detto sopra), o utilizzare- con tutte le dovute precauzioni – gli spazi comuni per cambiarsi;
  4. Gli spazi comuni (spogliatoi e docce) potranno essere utilizzati soltanto con ingresso contingentato degli iscritti, i quali dovranno portare da casa ciò di cui necessitano (come l’asciugacapelli). Questi ambienti dovranno essere sanificati, e a tal scopo i gestori dovranno munirsi di mascherine chirurgiche e guanti monouso.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!