Resti umani in una valigia, accusata una donna. In manette anche un 38enne

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:54

cadavere valigia donna Una storia macabra, terribile, che proviene dal Regno Unito.

Una donna è stata accusata di omicidio in relazione alla scoperta di resti umani, rinvenuti all’interno di due valigie.

Oltre alla donna, le forze dell’ordine hanno messo agli arresti anche un uomo, accusato di aver assistito alla barbarie.

Le parti del corpo femminile sono state trovate da un agente di polizia nella foresta di Dean, situata nel Gloucestershire, contea dell’Inghilterra sud occidentale. Il terribile ritrovamento è avvenuto martedì 12 maggio.

Gareeca Conita Gordon, 27 anni, di Birmingham, è stata accusata dell’omicidio della donna, che sembra sia avvenuto prima del 12 maggio 2020.

Si attendono i risultati del DNA per stabilire l’identità della vittima

Mahesh Sorathiya, 38 anni, di Wolverhampton, è inoltre accusato di aver assistito al macabro assassinio.

Alla coppia è stata rifiutata la cauzione e dovrebbero comparire oggi, sabato 16 maggio, davanti ai magistrati di Cheltenham tramite collegamento video. La polizia attende i risultati dei test del DNA per stabilire l’identità della vittima: lo riporta il quotidiano britannico “Metro”, che dovrebbe fornire ulteriori dettagli nei prossimi giorni.

Al momento non si conoscono altri particolari della vicenda, e non è nemmeno chiaro se il 38enne abbia in qualche modo preso parte all’omicidio della donna fatta a pezzi, o se abbia soltanto assistito.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!