Coronavirus, l’allarme dell’esperto: in aumento casi di polmoniti con tampone negativo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:20

casi in aumento polmonite con test negativoSecondo Mario Balzanelli sarebbero in aumento i casi di polmoniti interstiziali non associabili però al Covid-19 a causa del risultato negativo del test

Tampone negativo nonostante la tac abbia accertato la presenza di polmoniti interstiziali. Preoccupano i nuovi casi segnalati dal presidente nazionale della Sis 118 Mario Balzanelli che, interpellato dall’Adnkronos, ha parlato di casi di Covid-like ovvero del tutto simili a quelli di coronavirus ma che, data la negatività dei test, non possono essere considerati tali in via ufficiale. Balzanelli ritiene che tali casi stiano aumentando, dal momento che vengono segnalati da medici di varie regioni italiane. Sottolineando quanto accaduto a Taranto: “In queste settimane post lockdown abbiamo visto sempre meno pazienti positivi, invece questi casi simil-Covid sono aumentati, e sono tutti uguali”. Si tratta, ha affermato l’esperto di “un popolo” che pur non essendo presente nei bollettini diramati quotidianamente dalla Protezione Civile è in tutto e per tutto identico ai casi Covid. “Mi diranno che non tutte le polmoniti interstiziali sono legate al Coronavirus, ma in questo periodo fanno scattare un allarme. Allarme che ha portato gli specialisti a cercare il virus più in profondità, trovandolo talvolta nel liquido del lavaggio broncoalveolare”.

Quanti sono davvero i contagiati in Italia?

Questo fenomeno preoccupa perchè può portare a porsi interrogativi in merito all’alta percentuale dei cosidetti “falsi negativi” in soggetti “oligosintomatici o frantamente sintomatici”. “L’esame broncoscopico può, come sottolineato dalle linee guida della Società Italiana di Pneumologia, contribuire in modo determinante a chiarire, anche precocemente” ha aggiunto Balzanelli il quale, nel corso del suo intervento si è anche chiesto “quale sia la reale espressività clinica dei pazienti affetti da Covid-19, e si impongono contesti di gestione ospedaliera e di accesso alle cure specifiche dedicati in aree protette Covid-19 che, a nostro parere devono trovare il loro autentico ‘punto di forza’ in una precoce valutazione clinica esperta, effettuata sin dalle fasi più precoci di comparsa della sintomatologia, per via telefonica, dalle Centrali operative 118”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!