Coronavirus, era convinto fosse una bufala ma si ammala assieme alla moglie e adesso mette in guardia

Brian Hitchens è un autista della Florida.

Un uomo come tanti che – in questi tempi bui – aveva creduto in una teoria cospirazionista.

Nello specifico, era convinto che il coronavirus fosse una bufala creata dal governo.

Non credeva nella pandemia e fino a qualche tempo fa (fino ad aprile, quando il virus aveva già ucciso decine di migliaia di persone negli States) affermava: “Dio è più grande di quanto questo virus non possa essere”.

E bene, Brian e la moglie sono stati ricoverati per il coronavirus e adesso pare abbia decisamente cambiato idea.

Dal suo letto d’ospedale, Brian ha affermato ad una TV – secondo quanto riportato da Metro: “Pensavo che fosse forse il governo a inventarlo,come se lo avessero buttato lì fuori per distrarci un po’”

Ma le cose non stanno così e Brian dichiara che non vuole che nessuno “passi attraverso quello che ho passato”.

L’uomo si trova ancora ricoverato presso il Palm Beach Gardens Medical Center, dove la moglie ha avuto necessità di un respiratore pre tre settimane.

La coppia non è ancora riuscita a vedersi in questo tempo.

Ma intanto Brian ha scritto su Facebook un lungo post d’autocritica: