Coronavirus e riaperture in Sicilia, Musumeci: “Tanta gente senza mascherina, nei prossimi giorni possibili sanzioni”

Il governatore siciliano Nello Musumeci è intervenuto stamane a Omnibus, su La7, ed ha parlato della situazione nella propria Regione, promettendo possibili giri di vite se le cose non dovessero cambiare: “Questa mattina ho visto tanta gente senza mascherina, non è escluso che nei prossimi giorni verranno previste delle sanzioni (al momento la mascherina è obbligatoria ma non sono previste multe nel caso non la si indossi, ndr)”.

Quindi, una critica di Musumeci al governo (nonostante in realtà quanto detto dal presidente della Regione siciliana possa  essere preso come un segno di elasticità da parte del governo): “Come Regioni abbiamo chiesto autonomia, che significa soprattutto responsabilità e capacità di assumersi l’onere delle conseguenze, ma il governo su questa tesi ha tergiversato e perso qualche tempo. Abbiamo passato una notte insonne nel confronto con Roma e alla fine le linee guida che tutte le Regioni avevano proposto al premier sono diventate materia del decreto. C’è stato un certo imbarazzo, tutti cercavano a Roma il ministro della Salute che alle 3 di notte non rispondeva”.

Una battuta quindi su come il coronavirus abbia colpito in maniera differente l’Italia (con molti più casi al nord): “La verità è che l’Italia non è omogenea dal punto di vista delle esigenze territoriali e del dato epidemiologico. Il Mezzogiorno se l’è passata meglio per una serie di contingenze ma anche per senso di responsabilità degli abitanti e per le misure adottate da chi governa”.