Estate 2020, il Papeete riaprirà. Le parole del proprietario: “Quando riaprirò Matteo sarà l’uomo più felice al mondo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:47

Tutto sembra – poco alla volta – volgere alla normalità.

Anche l’estate si prospetta più simile alla tradizione che quanto ipotizzato durante i momenti più duri della pandemia e così il proprietario del Papeete, stabilimento balenare (ma anche discoteca, doppio albergo e ristorante) cult della costiera romagnola, scalda i motori in vista della stagione balneare.

Lo ha raccontato al ‘Corriere della Sera’ Massimo Casanova, che oltre che proprietario del Papeete – ricordiamo – è europarlamentare leghista.

Casanova dapprima ha criticato il governo (“Questi qui sono una banda di disperati, dieci bozze in dieci giorni, ma dai”) per poi giudicare “accettabili” le nuove linee guida diramate (dieci metri quadri a ombrellone ed un metro e mezzo tra lettini per garantire la distanza sociale): “Anche se non so se riusciremo a tenere tutti i nostri 350/400 ombrelloni. E a noi già è andata bene che le mareggiate non ci hanno rosicchiato la spiaggia, altri non hanno quasi più dove piantare i pali, poveracci”.

E chi controllerà il rispetto delle distanze di sicurezza? “Abbiamo i nostri servizi di sicurezza, casomai anche i bagnini. Saremo ligi, perché di sicuro avremo i controlli, non vedono l’ ora di venire al Papeete ed alzare la paletta”.

Ricordiamo come il Papeete sia stato il luogo del mojito salviniano, all’apice dell’epopea del leader leghista.

E se il proprietario dello stabilimento è certo che Salvini tornerà (“Quando riaprirò Matteo sarà l’uomo più felice al mondo“) per quanto riguarda un eventuale party come quello dell’anno scorso, pare già avere le idee chiare: “Metteremo su la musica e la gente ballerà sopra i lettini, ciascuno sul suo. Distanziamento rispettato”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!