Thailandia, neonata abbandonata sul ciglio della strada: uomo la salva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:58
Ph ViralPress

Eric Ransdell, cittadino americano che vive in Thailandia, nel tornare a casa ha fatto una scoperta agghiacciante. Qualcuno aveva abbandonato una neonata vicino al ciglio della strada: lui l’ha salvata

Chang Mai (Thailandia). Una bambina appena nata non sa ancora di dovere la vita a un uomo di nome Eric Ransdell. Il pianto della piccola, abbandonata dai suoi genitori nei pressi dell’abitazione in cui vive il suo salvatore, ha consentito all’uomo di trovarla e di metterla al riparo da qualunque pericolo.

La neonata era stata gettata via come un rifiuto, e tra l’altro nei pressi di una zona in cui si raccoglie la spazzatura, nelle vicinanze del ciglio di una strada. Quasi impossibile rintracciare gli autori del vile abbandono e risalire alle persone che le hanno dato la vita: per questo motivo la bimba, che ora si trova in ospedale, sarà temporaneamente trasferita in una struttura dedicata.

Neonata abbandonata a Chang Mai (Thailandia), la piccola ritrovata da un uomo: ora è in ospedale

È la storia di un abbandono che sarebbe potuto finire in tragedia, quella che oggi ci racconta The Mirror. A morire sarebbe potuta essere una neonata, abbandonata dalla madre a Chang Mai (Thailandia) immediatamente dopo il parto: la piccola portava ancora il cordone ombelicale. L’intervento di un uomo di nome Eric Ransdell ha evitato che il peggio potesse accadere.

Eric Ransdell, cittadino americano che vive nel Paese orientale, stava tornando a casa dal lavoro quando ha sentito il pianto di un neonato che lo ha insospettito. Si è guardato intorno, per cercare di capire da dove provenissero i vagiti, e ha scoperto che vicino a un cumulo di rifiuti posti quasi sul ciglio della strada c’era una neonata venuta  al mondo da poche ore. La piccola era stata avvolta in una coperta di cotone dai colori nero, bianco e rosso.

Neonata abbandonata a Chang Mai (Thailandia), la piccola sarà trasferita in una struttura per i bambini

Giovedì scorso, Eric Ransdell è andato a trovare la piccola e l’ha definita una neonata “molto fortunata”. L’uomo ha raccontato di come, al momento del ritrovamento, avesse inizialmente temuto che la piccola potesse essere morta. Questo perché un suo braccino sembrava sbucare inerme dalla coperta. Così Eric le ha tastato il polso e ha capito che c’era battito. Allora ha chiamato i suoi amici, i quali a loro volta hanno allertato la Polizia e i mezzi di soccorso.

Ransdell ha saputo dai medici che la piccola potrebbe essere stata tra i rifiuti per due giorni prima di essere trovata da lui. La bimba, una volta dimessa, sarà trasferita in una casa che accoglie i bambini senza famiglia e qui rimarrà per circa tre o quattro settimane, nell’attesa che la Polizia rintracci sua madre. Ma le persone del luogo ritengono che si tratti di una missione quasi impossibile, anche perché negli ultimi tempi le persone sono rimaste maggiormente in casa a causa del Coronavirus e quindi è probabile che nessuno abbia visto la donna mentre abbandonava la figlia.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!