Coronavirus, la Serie A può ripartire? Il 28 maggio riunione “per poter decidere se e quando ripartirà”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59

spadafora M5S Lega

Mentre l’Italia riparte, con la riapertura di bar, negozi e ristoranti, ci si continua a chiedere se il campionato di calcio è destinato a ripartire.

Ancora non vi è alcuna certezza ma intanto è giunta una buona notizia che può farci guardare positivamente all’ipotesi di una ripresa del campionato con il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora che ha confermato il via libera alla ripresa degli allenamenti collettivi per le squadre di calcio.

Queste sono le parole di Spadafora a Rai 2: “Mi sembra un’ottima notizia, finalmente gli allenamenti potranno riprendere. Sono state fatte valutazioni attente, la FIGC ha rivisto la prima proposta e questo ha aiutato. Ci sono chiarimenti su tempi di quarantena ed isolamento, si raccomanda il fatto che la necessità di tamponi non vada ad incidere sui cittadini e l’autoisolamento iniziale in modo di consentire alle squadre di avviare gli allenamenti”.

Il ministro ha quindi aggiunto, in merito ad alcune modifiche al protocollo di sicurezza sottoposta da Lega Serie A e FIGC al Comitato tecnico-scientifico: “Niente quarantena di squadra? E’ così, ci siamo potuti arrivare perché la situazione oggi ha consentito di rivedere le regole in modo migliorativo”. 

Ma quando si deciderà se i campionato potranno ripartire? “Ho convocato poco fa una riunione per il 28 maggio alle 15, con Gravina, Dal Pino e le altre componenti: credo che saremo nelle condizioni di avere i dati a disposizione per poter insieme decidere se e quando ripartirà il campionato”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!