Coronavirus, l’allarme del Pentagono: “Vaccino pronto non prima del 2021”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:30

vaccino coronavirusRischio di una seconda ondata di contagi e vaccino pronto non prima del 2021. Sono le due indicazioni del Pentagono in un documento diffuso nelle ultime ore

Per il vaccino contro il Coronavirus potremmo dover attendere fino al 2021. La notizia arriva dagli Stati Uniti e va a cozzare con le più ottimistiche dichiarazioni rilasciate dal presidente Donald Trump secondo il quale il vaccino sarà pronto entro fine anno. In un documento del Pentagono viene elaborata una stima più realistica e a tal proposito la Difesa ipotizza che prima dell’estate 2021 un vaccino non sarà quasi certamente disponibile”. Ma non solo perchè nel Paese che deve fare i conti con una crescita costante del numero di persone positive al Covid-19 e dei decessi, il documento del Pentagono aggiunge altre previsioni negative: secondo la Difesa infatti è altamente plausibile una seconda forte ondata di casi e dunque se il Governo non interverrà prontamente, la situazione potrebbe tornare ad essere drammatica. Una previsione in linea con quello che potrebbe succedere anche nel resto del mondo ed in particolare in quegli stati i cui governi hanno disposto le riaperture dopo i periodi di lockdown.

Coronavirus, la Difesa: strada per sconfiggerlo ancora lunga

Nel testo, pubblicato dal sito Task and Purpose, si legge: “Abbiamo una lunga strada davanti a noi” alludendo ad una concreta e realistica possibilità di ripresa del contagio. Pertanto, prosegue la nota, “dobbiamo rifocalizzare la nostra attenzione nel riprendere missioni cruciali, lavorando alla necessaria preparazione nel caso dovesse esserci una ripresa importante del Covid-19 nel corso dell’anno”. Per tale ragioni secondo il Pantagono occorre al più presto mettere in campo una specifica serie di azioni che consentano di tenere sotto controllo il numero di contagi ed evitare nuovi scenari catastrofici. Da un radicale incremento dei test e della sorveglianza ad un più efficace sistema di tracciamento dei contagi fino all’utilizzo di un registro che consenta di tracciare e monitorare i risultati delle persone infettate da Covid-19.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!