Rischio botulino: Esselunga ritira dal mercato un lotto di un prodotto alimentare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:47

Nuovo prodotto ritirato dal mercato nei supermercati Esselunga.

Dopo il recente richiamo delle salviettine antibatteriche per la detersione dei bambini, Esselunga ha condiviso una nota con maggiori specifiche circa il ritiro in questione, collegato ad un rischio contaminazione all’interno di un prodotto alimentare.

Andando nello specifico, si tratta di una zuppa di verdure con legumi e cereali, realizzata con ingredienti freschi.

Il lotto interessato è quello contrassegnato dal numero 20-113. La data di produzione stampata sulle confezioni del lotto in questione è il 22 aprile 2020, mentre il termine ultimo di conservazione riportato è il 20 maggio 2020.

Si tratta di una confezione singola, del peso di 620 grammi.

Il prodotto – a marchio Esselunga – è realizzato dall’azienda Zerbinati SRL e il lotto in questione è stato confezionato a Borgo San Martino, in provincia di Alessandria.

Come riportato, il richiamo è stato disposto per sospetta presenza di botulino.

Il botulino – leggiamo su Wikipedia e riportiamo – “è un batterio molto mobile e la tossina che secerne causa il botulismo, una grave intossicazione alimentare”.

Il batterio in questione può causare debolezza muscolare, difficoltà del movimento, perdita della coordinazione dei muscoli della faringe e dei muscoli volontari e, in casi estremi, paralisi dei muscoli respiratori (con morte annessa).

Esselunga segnala quindi – nell’eventualità vi troviate dinnanzi al lotto in questione – di riportarlo presso il punto vendita presso cui lo si è acquistato.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!