Allattamento al seno, fino a quando si può? L’esperienza della 25enne Laura Smith

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:02

Laura Smith, donna di 25 anni e mamma di due bambini di nome Joel e Bennett, è stata attaccata per un motivo alquanto singolare: la donna allatta i suoi figli, anche se hanno 2 e 5 anni

Allattare al seno i propri figli è un diritto sacrosanto di una madre, ma fino a quando bisogna farlo? Questa domanda se la sono posta all’estero, grazie alla storia della 25enne Laura Smith. La giovane donna e suo marito Zane, un giovane uomo di 28 anni, hanno già due figli di 2 e 5 anni. I bambini si chiamano Joel e Bennet e Laura li allatta ancora al seno, anche se non sono più piccoli e sono stati svezzati. Per questo motivo, addirittura, Laura è stata fortemente criticata sui social.

Polemiche social sull’allattamento, l’esperienza da mamma di Laura Smith

Allattare al seno per tanto tempo sì, allattare al seno per tanto tempo no. Questo il dibattito che ha infuocato il web, quando sono state pubblicate le foto di Laura Smith che allattava i suoi figli. Laura ha 25 anni ed è la mamma di Joel e Bennett, due bambini di 2 e 5 anni. Laura allatta ancora i suoi bambini e ha dichiarato che continuerà a farlo fino a quando avranno compiuto gli otto anni di età. La donna è fortemente convinta che le sostanze nutritive presenti nel suo latte abbiano contribuito a tenere i figli in buona salute.

A questo proposito, c’è un momento “giusto” per smettere di allattare? Diciamo che per quanto riguarda l’allattamento al seno una regola univoca non esiste. L’esperienza dell’allattamento è unica per ogni  mamma e per ogni bambino, e soprattutto ognuno ha i suoi tempi. Ci sono bambini che manifestano la volontà fisica di interrompere abbastanza presto l’allattamento per curiosità di sperimentare i cibi solidi degli adulti, ma ci sono anche bambini che continuano a essere allattati fino ai due anni di età. L’esperienza di Laura, dunque, sta andando oltre le scelte che normalmente si prendono in fatto di alimentazione dei bambini, perché spesso i pediatri consigliano di interrompere l’allattamento a sei mesi dal parto.

Polemiche social sull’allattamento,

Voglio incoraggiare più madri ad allattare i propri figli, indipendentemente dalla loro età. I miei figli sono in ottima salute e per questo abbiamo un legame speciale“, ha detto Laura.

La donna ha spiegato che quando il suo secondogenito Joel ha raggiunto i sei mesi di età, lei non è riuscita a smettere con l’allattamento. Complice anche il ricordo di essere a sua volta stata allattata, dalla madre, fino ai quattro-cinque anni. Le cose sono cambiate quando Joel ha compiuto due anni: a quel punto, in molti hanno iniziato a guardare con malizia alla sua scelta e a criticarla.

Quando Joel aveva due anni, avevo un paio di amici che dicevano di non pensare che fosse normale che Joel stesse ancora allattando. Altri mi hanno chiesto se non pensavo che fosse troppo grande per questo o quando gli avrei dato del vero cibo. Avevo la sensazione che non fossero d’accordo, ma avevano paura di dirlo chiaramente. Per fortuna, mio marito e la mia famiglia sono stati di grande aiuto“.

Quando poi è nato Bennet, questo ha scatenato la gelosia di Joel. Fino ad allora il bambino era il solo a condividere quel legame speciale con la madre, per cui si è visto un po’ mettere in secondo piano. Laura ha continuato ad allattare al seno anche lui, e continuerà a farlo: la giovane rivendica il suo diritto di allattare in pubblico senza dover essere per questo additata negativamente.

Entrambi i suoi bambini mangiano il cibo solido, ma non rinunciano alle poppate. La 25enne ha dichiarato di non capacitarsi di come le persone non riescano a capire la bellezza di questo rapporto madre-figlio.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!