Lutto nel mondo del calcio: muore Gigi Simoni, allenatore di lungo corso e dell’Inter di Ronaldo

Simoni

Grande lutto nel mondo del calcio.

Era malato da tempo e quest’oggi se n’è andato Gigi Simoni, ex allenatore di molteplici squadre ma indissolubilmente legato all’Inter per averla allenata nell’anno dell’avvento di Ronaldo (il Fenomeno, intendiamo).

Nel giorno del decimo anniversario del Triplete nerazzurro, Simoni ci lascia: alla guida dell’Inter era riuscito a vincere il precedente trofeo europeo (la Coppa Uefa del 1997/98, la terza per i nerazzurri) ed aveva ottenuto anche la soddisfazione di ottenere la Panchina d’oro come migliore allenatore dell’anno.

Fu una stagione particolare quella che vide Simoni alla guida dell’Inter: la compagine nerazzurra arrivò infatti seconda dietro alla Juventus al termine di un campionato ricco di errori e polemiche arbitrali (fu il campionato del rigore non assegnato per fallo di Iuliano su Ronaldo, ma non solo: Elio de le Storie Tese scrisse una canzone al riguardo ‘Ti amo campionato’).

Simoni – che è stato anche calciatore – ha guidato oltre all’Inter anche Genoa, Brescia, Pisa, Lazio, Empoli, Cosenza, Carrarese, Cremonese, Napoli, Piacenza, Torino, Cska Sofia, Ancona, Siena, Lucchese e Gubbio.

Davvero sentite le parole di cordoglio del suo presidente all’Inter, Massimo Moratti, che ha dichiarato all’Ansa: “E’ stato un grande protagonista della storia dell’Inter: ha vinto una coppa europea molto importante, gli è stato impedito di vincere un campionato che avrebbe assolutamente meritato. Tecnico gentiluomo verso il quale provavo grande stima e affetto. La telefonata con la quale poco fa la moglie mi ha avvisato della morte mi ha provocato un dolore immenso“.