Coronavirus, per gli esperti il mare è sicuro: il virus non si diffonde in acqua

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:12

analisi acqua di mare e molluschiNessuna traccia del SARS-CoV-2 nei campioni di acqua di mare e di molluschi: è il risultato di uno studio condotto da un team di ricerca dell’Ifremer

Il coronavirus non si diffonde nell’acqua del mare. Una buona notizia arriva dai ricercatori dell’Istituto francese di ricerca sull’utilizzo del mare che hanno a lungo lavorato per accertare l’eventuale presenza e diffusione del virus in acqua, arrivando ad una conclusione certa: “Nei campioni di acqua di mare e nei molluschi analizzati – si legge in una nota diffusa dall’Ifremer – non vi è alcuna traccia di coronavirus SARS-CoV-2, responsabile della pandemia del Covid-19″. Per arrivare a questo risultato i ricercatori hanno utilizzato tecnologie molto avanzate per accertare senza ombra di dubbio se il genoma del virus fosse o meno presente nell’acqua marina e nei campioni di cozze ed ostriche prelevati da una serie di siti accuratamente selezionati sulla base dell’esposizione a fonti di contaminazione delle acque di scarico provenienti dai centri abitati. Il team di ricerca si è concentrato su otto siti sulla costa della Bretagna, tre sul litorale della Normandia, altri otto sulla costa atlantica e tre su quella mediterranea.

Come è stata effettuata la raccolta dei campioni

“Abbiamo deciso di proseguire i nostri prelievi e le analisi a scadenza di 15 giorni e per diversi mesi, così da seguire eventuali effetti di una circolazione potenzialmente crescente del virus nella popolazione nel quadro di una graduale riapertura dopo il lockdown” ha sottolineato il virologo Soizick Le Guyader confermando che lo studio non si fermerà data la sua rilevanza in particolare nel periodo estivo. “Anche se non vale come certezza per l’insieme dei molluschi e delle acque di mare francesi, l’assenza di tracce di SARS-CoV-2 rivelata nel nostro studio è una buona notizia”, ha aggiunto. I prelievi di cozze e ostriche sono avvenuti tra il 22 ed il 27 aprile analizzandoli in laboratorio e rilevando tracce di altri virus provenienti da acque di scarico ma nessuna presenza del SARS-CoV-2. Per quanto riguarda l’acqua di mare, sono stati prelevati campioni da un litro l’uno con analoghi risultati.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!