Vanno a messa dopo la fine del lockdown: 40 contagiati, 6 dei quali ricoverati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:30

focolaio dopo la messaL’interruzione delle misure restrittive ha portato i fedeli a tornare a messa, ma in una chiesa di Francoforte il coronavirus si è diffuso tra le persone contagiandone 40

Sono andati a messa pochi giorni dopo la riapertura delle Chiese ma quello che doveva essere un nuovo inizio ha avuto conseguenze molto serie. È successo in una chiesa battista a Francoforte, divenuta focolaio del coronavirus che nell’arco di una manciata di giorni, ha colpito ben 40 persone, 6 delle quali sono state ricoverate in ospedale in seguito al repentino peggioramento del loro stato di salute. I fedeli erano tornati nell’edificio religioso subito dopo la fine del lockdown imposto come misura restrittiva contro la pandemia di Covid-19.

Diversi altri focolai rilevati nel Paese

Ma la prima messa ha causato i 40 nuovi contagi, come ricostruito dai medici che hanno analizzato i risultati dei tamponi effettuati. La notizia è riportata dalla Frankfurter Rundschau, sottolineando che 16 casi di infezione tra persone che avevano preso parte ad un “evento” erano già stati segnalati nella giornata del 22 maggio dalle autorità del distretto Main-Kinzig-Kreis, alla periferia della città. Nel paese sono stati scoperti altri focolai molto localizzati, conseguenza delle riaperture post-lockdown. Come ad esempio quello dei 7 clienti contagiati in un ristorante della città di Leer nella Bassa Sassonia con, complessivamente, una cinquantina di persone messe in quarantena, notizia confermata dalle autorità locali.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!