Pedopornografia, arrestato un 30enne: drogava una bambina, abusava di lei e vendeva i video delle violenze

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:27

Le Forze dell’Ordine hanno tratto in arresto un ragazzo di 30 anni accusato di aver abusato di una bambina, dopo averla drogata. L’uomo girava i video delle violenze commesse e poi li vendeva

La Polizia Postale di Milano ha arrestato un giovane comasco di 30 anni che si sarebbe macchiato di gravissimi reati. Parliamo di una persona che è accusata di aver abusato di una bambina e di aver, contestualmente, filmato le violenze per poi vendere in rete i video prodotti. La piccola avrebbe subito le violenze contestate mentre era in uno stato di incoscienza dovuta all’assunzione di un sedativo che le veniva appositamente somministrato. Come riporta l’Agenzia Ansa, le accuse di cui dovrà rispondere sono di violenza sessuale aggravata detenzione e produzione di materiale pedopornografico.

Ragazzo di 30 anni accusato e arrestato per pedopornografia, il suo nome è venuto fuori da un’indagine sul “deep web”

Abusava di una bimba molto piccola– si parla di età prescolare– e girava dei video delle violenze che poi rivendeva su internet. Gli abusi sessuali si consumavano dopo aver drogato la piccola vittima, facendole assumere dei sedativi. Questo è il quadro accusatorio che è emerso a carico di un uomo comasco di 30 anni il cui nome è saltato fuori nel corso di un’indagine condotta dalla Polizia Postale di Milano sul “deep wep”.

I poliziotti hanno scoperto l’esistenza di  un utente italiano che stava provando a vendere sul dark web del materiale pedopornografico. Questa persona non aveva ben coperto le sue tracce e così gli agenti sono stati in grado di risalire all’indirizzo IP del suo computer, e di rimando anche a lui.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!