Intervista a Marco Rizzo: “Adesso pare che la colpa sia dei giovani. Governo impreparato. L’Europa dovrebbe stampare Euro”

Dalla questione movida ad un breve giudizio sui personaggi politici della scena tricolore, passando per la constatazione che la soluzione ai nostri problemi sarebbe il Socialismo.

Abbiamo avuto il modo di intervistare Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista ed ex deputato di lungo corso.

Dopo aver riportato un’intervista rilasciata un paio di settimane or sono (Coronavirus e crisi, parla Marco Rizzo: “Sarà devastante. A settembre la rabbia esplode”), volevamo sentirlo in prima persona e così ci ha risposto, con grande disponibilità.

QUESTIONE MOVIDA – “Questo Governo e in generale le società si sono presentate impreparate a questa vicenda. Il tema c’era, forte, dal punto di vista sanitario, i morti ci sono purtroppo però probabilmente una chiusura netta per un periodo più breve avrebbe sortito effetti molto maggiori. Insomma, stiamo parlando di una impreparazione della sanità pubblica che è stata distrutta in questi 30 anni”.

“Adesso pare che la colpa sia dei giovani. Non si capisce perché Confindustria può chiedere ai lavoratori italiani di lavorare otto ore – e se lavori otto ore è chiaro che la possibilità di contagio è molto più ampia che se prendi un bicchiere di vino”.

CROLLO DEL SETTORE TURISMO e SCARSA UTILITA’ BONUS VACANZE – “Anche grazie alla comunicazione di questo Governo per quale motivo noi che siamo stati segnalati gli untori da tutto il mondo dovremmo vedere frotte di turisti nel nostro Paese?”

“Le cose che andavano fatte andavano fatte all’inizio. Ci sono delle peculiarità del territorio Italia. Dobbiamo considerare che in un anno normale agosto è un mese di chiusura, chiude tutto. Ma poi sapevi che a settembre riprendevi. Noi abbiamo avuto il mese d’agosto nel mese di marzo, nel mese di aprile e nel mese di maggio. E poi non è che ripartiamo come prima. sperando sempre che a settembre – ottobre arrivi la seconda ondata. servivano soldi freschi che dovevano venire dati direttamente tramite autocertificazione”.

RIZZO CONTRO L’EUROPA – Marco Rizzo è da sempre “nemico” dell’Europa (ha anche scritto un libro – Il golpe europeo, i comunisti contro l’Unione – pubblicato pro bono da Baldini&Castoldi).

“Il nodo qual è? Il Mes sono i soldi più cari – sono quelli che pagheresti di più – ma tutti questi soldi che arrivano costano. Cosa hanno fatto gli americani? Hanno stampato denaro. L’Europa ha la seconda moneta al mondo, potrebbe stampare Euro. Aumenterebbe un po’ l’inflazione? Chissenefrega. Sono 30 anni che non aumenta l’inflazione, non è meglio che vedere la gente morire? Ma dato che il totem di questo sistema europeo è stato fatto apposta per creare queste disparità, andiamo in quella direzione lì”.

IPOTESI DRAGHI – “Cadremmo dalla padella di un incompetente (Conte) nella brace di un competente (Draghi). Ma ci fanno un mazzo così in entrambi i casi”.

SOLUZIONE SOCIALISMO – “Che cos’è il socialismo? E’ la signora che c’ha il ristorante qua sotto? Ma la lasci stare… E’ il signore che ha due alloggi e uno lo lascia sfitto per la sua figlia che si deve sposare, certo che no, mica vai a toccare quello. Il Socialismo è toccare Benetton, è toccare Agnelli, è toccare Alitalia“.

LA RABBIA DI SETTEMBRE – “A settembre i nodi verranno a termine. l’azione del governo è stata confusa, con una grande attenzione ai gruppi economici – finanziari. Noi a fine anno avremo 20 / 25% di PIL in meno. Significa milioni di persone senza lavoro e senza capacità di sopravvivenza. Io spero che la rabbia venga finalizzata ad un cambio del sistema e non una rabbia finalizzata solo a delle fiammate. Puoi vedere anche le barricate, ma non servono se non c’è un’idea di cambio della società”.

Questa è solo una breve sintesi delle parole del segretario del PC.

Ci sono anche alcune interessanti idee per ripartire (come un piano di manutenzione del territorio che porterebbe ad impiegare architetti, ingegneri e geometri) e il giudizio su alcuni personaggi della politica tricolore.

Ma potete vedere tutto il resto da voi, nel video di seguito: