Coronavirus, donna collassa al supermercato nell’indifferenza generale: i clienti rimangono in fila

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:56

Una donna anziana è collassata al supermercato mentre faceva la fila per pagare, i dipendenti hanno invitato i clienti a continuare i pagamenti come se nulla fosse.

Quanto successo sabato pomeriggio al supermercato B&M di Grimsby (piccola cittadina inglese) ha dell’incredibile. Una donna anziana si trovava all’interno dello store per fare la spesa con il marito e mentre faceva la fila per pagare la cassa è caduta a terra. L’anziana ha detto che si sentiva dei sintomi influenzali e che probabilmente aveva contratto il covid-19. Ciò nonostante il dirigente dello store ha ordinato ai dipendenti di continuare con il proprio lavoro e fare uscire i clienti dopo che avevano pagato la merce.

Leggi anche ->Coronavirus, modella di Playboy racconta la sua esperienza: “Pensavo che sarei morta”

I paramedici sono arrivati sul posto e sono passati 90 minuti da quando la donna è caduta sul pavimento a quando è stata caricata sull’ambulanza. Nel frattempo, in uno scenario surreale, tutti i clienti hanno continuato ordinatamente a fare la fila ed hanno pagato la propria merce. Quando i paramedici sono andati via, il direttore dello store ha ordinato ai dipendenti di passare lo straccio dove era distesa la donna e quindi ha chiesto che facessero rientrare i clienti per gli ultimi 30 minuti di servizio.

Leggi anche ->Coronavirus, torna l’ipotesi di lockdown a livello locale: l’idea proviene dal Regno Unito

Donna collassa al supermercato: infrante tutte le regole sul Coronavirus

Premettendo che il comportamento tenuto è stato irrispettoso nei confronti della donna che aveva accusato il malanno, quanto accaduto nel supermercato viola tutte le disposizioni di sicurezza sul coronavirus. I dipendenti avrebbero dovuto misurare la temperatura della donna (aveva la febbre alta) all’ingresso e invitarla a tornare a casa e contattare un medico. Quando è caduta ed ha detto che pensava di avere il Covid, poi, i clienti andavano mandati a casa senza permettergli di completare gli acquisti.

Invece della pulizia sommaria, infatti, i dipendenti avrebbero dovuto effettuare una sanificazione completa per assicurare la sicurezza non solo dei clienti ma anche la loro. Qualora il tampone effettuato dalla donna all’ospedale in cui è stata ricoverato risultasse positivo, infatti, tutti quelli che erano all’interno del supermercato sarebbero a rischio contagio.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!