Recovery Fund, piano da 750 miliardi: “Prendiamo una strada forte insieme”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:48

La presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen, ha annunciato che per il Recovery Fund verranno stanziati 750 miliardi di euro.

Sin da quando l’emergenza sanitaria è cominciata, il nostro governo ha spinto affinché l’Unione Europea varasse un piano di aiuto comunitario che permettesse a tutte le nazioni appartenenti di ripartire insieme. Ci sono voluti mesi di negoziati prima che si ottenesse qualcosa di concreto, ma alla fine si è deciso di aggiungere al Mes light (senza clausole), al Sure ed ai fondi Bei anche il Recovery Fund.

Leggi anche ->L’Unione Europea potrebbe anche finire. Ma non è detto che l’euro non rimanga comunque

Il passo compiuto era così importante che il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, lo aveva voluto annunciare a margine di una comunicazione al Paese sull’emergenza Coronavirus. Fino ad oggi, però, non si era parlato di cifre e dunque non era chiaro in che modo questo nuovo fondo avrebbe aiutato le nazioni alla ripresa economica. Oggi, finalmente, la presidente della Commissione Eu, Ursula Von der Leyen, ha annunciato il piano ‘Next generation Eu‘.

Leggi anche ->Conte al Messaggero tra “percorso comune” con Renzi, preoccupazione per le tensioni sociali e no al Mes

Recovery Fund, maxi piano da 750 miliardi di euro

Si tratta di un maxi piano di finanziamento che prevede un totale di 2.400 miliardi di euro da distribuire ai vari Paesi Membri: 540 miliardi già approvati per Mes Light, Sure e fondi Bei; 1.100 miliardi di bilancio pluriennale Ue e 750 miliardi provenienti dal Recovery Fund. Di questi 500 miliardi saranno a fondo perduto, mentre gli altri 250 miliardi prestiti. Di questa cifra all’Italia spetta la fetta più alta (172,7 miliardi di cui 81.807 a fondo perduto ed il restante come prestiti), a seguire la Spagna con 140,4 miliardi.

L’annuncio è stato accolto con favore da Paolo Gentiloni (Commissario all’Economia): “La Commissione propone un Recovery Fund da 750 miliardi che si aggiunge agli strumenti comuni già varati. Una svolta europea per fronteggiare una crisi senza precedenti”. Positivo anche il commento di Conte che su Twitter scrive: “Ottimo segnale da Bruxelles, va proprio nella direzione indicata dall’Italia. Siamo stati descritti come visionari perchè ci abbiamo creduto dall’inizio. 500 mld a fondo perduto e 250 di prestiti sono una cifra adeguata. Ora acceleriamo su negoziato e liberiamo presto le risorse”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!