E’ morto l’uomo più anziano del mondo: aveva 112 anni, il record si sposta in Romania

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:13

Alla (assolutamente veneranda) età di 112 anni se ne va l’uomo più anziani del mondo.

Era di Alton, nello Hampshire, in Gran Bretagna e si chiamava Bob Wighton.

Era succeduto nel Guinness World Record al giapponese Chitetsu Watanabe, morto a sua volta a 112 anni lo scorso febbraio (e pochi giorni dopo aver ottenuto il titolo di uomo più anziano del mondo. Titolo che evidentemente non porta troppa fortuna).

Durante la sua lunga vita, Bob è stato un insegnante, ed è morto di cancro – dopo essere passato attraverso le due guerre mondiali e l’influenza spagnola.

Possiamo dire che è sopravvissuto anche al Coronavirus, dato che la causa della morte non ha a che vedere con il Covid.

Come sottolineato da Metro, l’uomo – nato il 29 marzo del 1908 ad Hull – ha potuto vedere 26 Primi Ministri ed è vissuto durante il regno di 5 monarchi.

Bob ha avuto tre figli, dieci nipoti e venticinque bisnipoti: una discendenza davvero importante.

Quando ottenne il titolo – nella maniera succitata – Bob commentò con estrema umiltà: “Beh, non mi sento troppo soddisfatto perché significa che qualcun altro è morto. Lo prendo come un dato di fatto, non è qualcosa che ho mai voluto o per cui ho lavorato, è semplicemente una cosa che mi è accaduta. Può sembrarvi entusiasmante ma è semplicemente una cosa che capita”.

L’uomo più anziano del mondo è adesso il rumeno Dumitru Comănescu, 111 anni e 202 giorni.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!