Coronavirus, quattro arresti cardiaci ed un blocco renale fatali per don Pierino, una vita tra il Brasile e il bresciano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:46

Don Pierino Bodei, una vita tra il bresciano (di cui era originario) e il Brasile (dove era in missione dal 2000)

Il coronavirus colpisce nuovamente un prelato.

Ad 80 anni muore don Pierino Bodei: originario di Mazzano (in provincia di Brescia) era stato di fatto “adottato” da Marone, altro paesino in provincia del capoluogo lombardo (tra i più colpiti d’Italia dal coronavirus).

Di Marone era diventato cittadino onorario – dopo aver passato oltre un decennio (tra il 1989 e il 2000) sulle rive del lago d’Iseo.

E così in paese è stato proclamato il lutto cittadino per tre giorni con le bandiere a mezz’asta.

Don Pierino Bodei si trovava in missione già da 20 anni in Brasile, nella diocesi di Castanhal Do Parà, ma nessuno a Marone lo ha dimenticato.

In Brasile (dove era stato una prima volta per un decennio a partire dalla fine degli anni ’80) si faceva chiamare don Pedro ed è stato colpito dal virus nel momento in cui il paese sudamericano sta affrontando il picco dell’epidemia di coronavirus.

Don Pierino ha lottato fino alla fine ma s’è dovuto piegare al Covid-19 dopo quattro arresti cardiaci e un blocco renale: è stato rianimato ben quattro volte prima di essere dichiarato deceduto.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!