Convincono un disabile a inviare foto nudo su Whatsapp, poi le diffondono sui social newtork

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:41

indagini carabinieriAgghiacciante vicenda riguardante un giovane affetto da un ritardo mentale: è stato circuito e spinto a spogliarsi e scattarsi foto nudo

Hanno convinto un giovane disabile del paese a spogliarsi inviando loro delle immagini che poi hanno diffuso sui social network. Il terribile episodio riguarda tre uomini di 33, 34 e 40 anni, tutti pregiudicati, denunciati per diffamazione e circonvenzione d’incapace dai carabinieri el comando provinciale di Catania. La ricostruzione della vicenda è agghiacciante: la vittima, affetta da un ritardo mentale, è stata circuita via WhatsApp da i tre uomini che, come emerso nel corso delle indagini, avrebbero sfruttato le sue disabilità per trarne divertimento. Uno dei tre peraltro senza il consenso del giovane, che lo aveva inserito in un gruppo poi da lui abbandonato e, poco dopo, inserito in un altro gruppo chiamato “Antonio u’ spasticu’ ovvero Antonio il disabile.

Le indagini e la ricostruzione della vicenda

Nonostante il ragazzo abbia nuovamente cancellato la sua iscrizione è stato convinto ad entrare in un terzo gruppo chiamato Fratelli di Gesù, così denominato per convincerlo a restare nella chat in virtù della sua vicinanza ad una comunità religiosa del paese. Nel corso di una videochiamata i tre gli hanno chiesto di scattarsi delle foto completamente nudo; il giovane lo ha fatto inviando poi in chat le immagini che, nel giro di pochi minuti, sono state diffuse sui social network. La ragione sarebbe futile, come accertato dai carabinieri: “Semplice soddisfazione e diverimento”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!