Prestazioni lavorative sotto la media? Addetti alle vendite costretti a mangiare vermi vivi per punizione: il video

Un fermo immagine estrapolato dal video pubblicato dal Daily Star

Un video sconvolgente mostra come gli addetti alle vendite che lavorano per un’azienda cinese sino stati costretti a cibarsi di vermi vivi per punizione, visto il loro scarso rendimento sul lavoro

Costretti a mangiare vermi vivi per aver prodotto uno scarso rendimento sul posto di lavoro. Succede nella regione cinese dello Guizhou (zona sud-occidentale del Paese) e ad aver subito, loro malgrado, questo trattamento a dir poco degradante e certamente lesivo dei diritti di cui ogni lavoratore dovrebbe godere (in primis, di quello della dignità) sono stati alcuni addette alle vendite impiegati presso  una ditta di decorazioni. La notizia è venuta fuori grazie alla diffusione di un video che è stato girato nella città di Bijie, presumibilmente nel corso dello scorso 25 maggio 2020: in quel momento stava avendo luogo una riunione dello staff dell’azienda incriminata.

Dipendenti di un’azienda costretti a mangiare vermi vivi, è successo in Cina

Non avevano raggiunto il tetto di vendite che era stato prefissato dalla loro azienda come obiettivo: per questo motivo, alcuni addetti alle vendite tacciati di scarso rendimento sono stati costretti a subire l’aberrante punizione che consiste nel dover mangiare dei vermi vivi.

La “punizione di gruppo” si è svolta in Cina, nella città di Bijie, e la scena è stata immortalata in un video che adesso sta iniziando a rimbalzare anche tra le testate giornalistiche online. Nel video- in cui i volti dei presenti sono state censurati– si vedono due persone (due donne) che si cibano di vermi ancora in vita. Le riprese che sono state diffuse dal Daily Star durano solo pochi secondi, ma si tratta di un tempo che è bastevole per aiutarci capire cosa sia avvenuto in quella sala riunioni.

Non tutti i presenti sono riusciti a superare il senso di disgusto provato già solo all’idea di dover mettere in bocca dei vermi (per giunta vivi), e così è stato loro consigliato di avvolgere gli animali all’interno di un fazzoletto di carta e di mangiarli in siffatto modo (carta compresa).

Dipendenti di un’azienda costretti a mangiare vermi vivi, era già successo nel 2016

Interessante notare come un episodio analogo abbia avuto luogo sempre in Cina e questa volta quattro anni fa, nel 2016. In quell’occasione, a essere puniti perché non avevano venduto quanto la loro azienda avrebbe preteso da loro furono degli impiegati di un’azienda di Hanzhong (città che si trova nella Provincia dello Shaanxi). La notizia, allora, era stata riportata da People Daily ed era arrivata anche in Italia (ne scrisse, ad esempio, Il Messaggero): la testata aveva specificato che ogni impiegato sarebbe stato costretto a bere un cocktail composto da baijou (liquore bianco tipico del luogo) e da almeno quattro vermi per ogni cliente perso.

Si trattò di una riunione aziendale svoltasi in un locale pubblico e, proprio in virtù di questa “pubblicità”,  la cosa non rimase dunque confinata all’ambiente lavorativo dell’azienda. Contorni leggermente differenti rispetto alla riunione privata che qualche giorno fa ha coinvolto i lavoratori di cui abbiamo parlato poc’anzi. Le conclusioni che si possono trarre, per nulla edificanti, sono le medesime.

Maria Mento