Zecche “mutanti” invadono la Russia, è allarme: oltre 2mila bambini sono stati morsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:28

La regione russa di Krasnoyarsk è in ginocchio: oltre a dover gestire l’emergenza sanitaria portata dal Covid-19, i cittadini della zona sono in allarme per l’invasione di zecche che stanno mietendo numerose vittime

Allarme zecche in Russia.  La regione di Krasnoyarsk, in piena emergenza sanitaria per la pandemia scoppiata in questi mesi, ha fatto registrare una presenza anomala di questi acari su tutto il suo territorio: si tratta di zecche killer, che il Daily Star non ha esitato a definire “mutanti”, che si trovano qui in una che è di circa 428 volte superiore rispetto alla presenza normalmente registrata.  Queste zecche sono molto pericolose e hanno già causato centinaia di decessi.

Allarme zecche in Russia, un insetto ibrido sta infestando alcune regioni del Paese

La regione siberiana di Krasnoyarsk si trova di fronte a una massiccia invasione di un tipo di zecca molto aggressiva. La situazione è seria è e molti ospedali, che hanno dovuto occuparsi anche delle persone assalite dagli insetti, sono rimasti senza medicinali e senza vaccini. I numeri  che ci fornisce il Daily Star, sono senz’altro inquietanti: si parla di 8.215 punture di zecche fino ad ora accertate. Di questi, 2.125 sono i casi che coinvolgono i bambini. La presenza di zecche nel Krasnoyarsk non è nuova, e infatti nell’estate del 2001 si arrivò a toccare quota 20mila morsi di zecche: quattro persone, in quell’occasione, morirono a causa di una forma di encefalite contratta a  causa del morso. Le zecche sono capaci di trasmettere anche altre patologie.

Allarme zecche in Russia, l’appello degli specialisti: “Rivolgetevi ai medici”

Zvezda, il giornale del Ministero della Difesa russo, ha spiegato che il problema della zecca ibrida che sta colpendo la Russia non è frutto di una notizia sensazionalistica ma pura realtà. Si tratterebbe di animali nati dall’incrocio di due specie di zecche molto comuni in Russia. Sono capaci di attaccare l’uomo sia su erba corta sia su erba lunga e più pericolosi del normale perché portatori delle malattie di entrambe le specie  da cui è nato l’ibrido. Per questo è importante che le persone interpellino il loro medico, qualora si rendano conto di essere state morse.

Pare che nella regione di Novosibirsk già 22 persone siano state ricoverate per sospetta encefalite.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti su questa vicenda.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!