Chi è Sergio De Gregorio: curiosità e carriera dell’ex senatore arrestato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54

L’ex senatore Sergio De Gregorio è stato arrestato a seguito di un’indagine su estorsione e riciclaggio. Scopriamo qualcosa in più sulla sua carriera e sul suo passato.

Questa mattina è giunta la notizia che l’ex senatore Sergio De Gregorio è stato arrestato dalla Squadra Mobile a seguito di un’indagine su estorsione e riciclaggio. I dettagli della vicenda per il momento nono sono stati divulgati appieno, così come le prove riguardanti i capi d’accusa. Sappiamo solamente che lui ed altre persone sono state arrestate con l’accusa di estorsione, riciclaggio e autoriciclaggio.

Leggi anche ->Beppe Sala al Corriere: “Serve un nuovo socialismo. La sinistra non è in grado di rappresentare il 40% degli italiani”

Nato a Napoli il 20 settembre del 1960, De Gregorio ha iniziato la sua carriera lavorativa come giornalista. Divenne noto ai più quando scovò in una crociera Tommaso Buscetta e riuscì a strappargli un’intervista in esclusiva. Il primo lavoro giornalistico è stato come redattore del quotidiano ‘Paese Sera‘ nel 1977, solo tre anni dopo fonda un’agenzia foto-giornalistica chiamata ‘Alfa-Press‘. Negli anni ’80 inizia invece la sua collaborazione con alcune testate del gruppo Espresso, sopratutto con il settimanale ‘Oggi‘.

Leggi anche ->2 giugno, centrodestra in piazza a Roma senza nessun rispetto delle misure di distanziamento sociale. Scoppia la polemica

Sergio De Gregorio, la carriera politica

La carriera politica comincia nei primi anni ’90, quando entra a far parte del PSI. Nel 1994 inizia la prima collaborazione con Forza Italia e con Berlusconi che termina nel 2005 per una divergenza. Quello stesso anno entra nella Democrazia Cristiana per le autonomie per partecipare alle regionali in Campania. Più avanti il movimento si unirà ad ‘Italia dei Valori’ di Di Pietro, partito con il quale verrà eletto al senato nel 2006 con la coalizione dell’Ulivo.

Nel 2008, il suo ritorno a Forza Italia causerà la caduta del governo Prodi. Il cambio di preferenza politica suo e di altri membri della maggioranza divenne ambito dell’inchiesta sulla corruzione dei parlamentari portata avanti da Silvio Berlusconi. Nel corso del processo, per il quale il leader di Forza Italia venne condannato a 3 anni (condanna poi caduta in prescrizione), De Gregorio ammise: “Tra il 2006 e il 2008 Berlusconi mi pagò quasi 3 milioni di euro per passare con Forza Italia”.

Tra il 2007 ed il 2008 sono stati aperti a suo carico tre procedimenti penali: una da parte della Procura di Napoli per le accuse di riciclaggio e favoreggiamento della Camora; una seconda dalla Procura di Roma con l’accusa di corruzione ed una terza da quella di Reggio Calabria per concorso esterno in associazione a delinquere di stampo mafioso. Nel 2012 viene anche indagato per truffa e false fatturazioni nell’ambito dell’inchiesta sui finanziamenti illeciti a ‘L’Avanti’. Nel 2013, si dovette arrendere alle evidenze giudiziarie e si costituì finendo agli arresti domiciliari.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!