Coronavirus, studio di Harvard rivela: “A Wuhan stava succedendo qualcosa già in ottobre. Il virus era già in circolazione”

Uno studio di Harvard, basato su alcune immagini satellitari, ipotizza che il coronavirus circolasse molto prima rispetto a quanto emerso ufficialmente.

Uno studio della Harvard Medical School, Boston University of Publich Health e Boston Children’s Hospital, rivela come il virus potesse essere in circolazione a Wuhan già da ottobre. Infatti, sono state analizzate diverse immagini satellitari su alcune cliniche a Wuhan. Le immagini sul traffico in prossimità degli ospedali suggeriscono che il virus circolasse mesi prima che la Cina desse l’allarme.

Per questo studio, è plausibile che l’aumento del traffico dei veicoli a Wuhan fosse direttamente correlato al nuovo virus: “Ciò supporta altri lavori recenti che dimostrano che l’emergenza è avvenuta prima dell’identificazione (del coronavirus) nel mercato del pesce. Questi risultati confermano anche l’ipotesi che il virus sia emerso naturalmente nella Cina meridionale e che potenzialmente fosse già in circolazione al momento del cluster di Wuhan”.

Studio di Harvard: “Il coronavirus circolava da molto tempo. Stava succedendo qualcosa già in ottobre”

Il volume giornaliero di automobili vicino alle cliniche è aumentato a dismisura circa 4-5 settimane prima del picco nei casi confermati di Covid-19 alla fine del 2019.

John Brownstein dell’ospedale pediatrico di Boston, inoltre, ha affermato alla ‘Abc News’: “Stava succedendo qualcosa in ottobre. Chiaramente, un certo livello di disagio sociale si stava verificando ben prima di quanto venne identificato l’inizio della nuova pandemia di coronavirus”.

Plausibile, quindi, che il coronavirus circolasse a Wuhan molto prima che le autorità riconoscessero la malattia. Quanto alle ricerche sul web, è emerso anche un utilizzo massiccio delle parole “diarrea” e “tosse”.