Cade dal letto a causa degli schiaffi e le gomitate inferte dalla badante: la drammatica morte di una 81enne

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:17

Aveva 81 anni, la signora Maria Luisa.

Viveva all’Infernetto, in provincia di Roma – quartiere che ha ottenuto la ribalta qualche giorno or sono per la morte di un 14enne, travolto mentre attraversava sulle strisce.

Ed è nuovamente una vicenda di cronaca a offrire la ribalta al quartiere.

La signora Maria Luisa, invalida, ultimamente aveva mostrato un repentino peggioramento di salute.

Un peggioramento di salute connesso a ripetuti incidenti domestici che avveniva quando lei si trovava in compagnia della badante, una 53enne russa già nota alle forze dell’ordine.

In passato la donna era stata fermata con i documenti di soggiorno scaduti ma nonostante ciò era rimasta in Italia e aveva trovato un lavoro (con tanto di contratto e contributi): assistere l’81enne nella sua abitazione.

Ma dopo una serie di incidenti domestici, l’ultimo ha tolto ogni dubbio: all’inizio di maggio la donna è stata ricoverato d’urgenza all’ospedale San Camillo con gravi ferite al volto e alla testa.

La badante viene immediatamente arrestata e trasportata a Rebibbia, accusata di maltrattamenti in famiglia su persona convivente: oltre alle ferite, ad incastrarla, le immagini riprese da una telecamera installata di nascosto dal genero della signora.

E le immagini non hanno lasciato dubbi sulla dinamica di questo ennesimo incidente domestico: la donna era caduta dal letto a causa degli schiaffi e delle gomitate che la badante le aveva sferrato a ripetizione.

Adesso la sua posizione si aggrava ulteriormente giacché la donna è morta, dopo una lunga agonia (la donna è entrata in coma a inizio maggio senza mai riprendere conoscenza).

(Immagini d’archivio)

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!