Carenza di lavoratori stagionali, in Inghilterra si pensa ai robot (ma non prima del 2021)

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:57

robot frutta verdura campiRobot da impiegare nei campi? Potrebbe essere una soluzione.

Stanno ragionando su questo gli agricoltori del Regno Unito chiamati a fronteggiare la pesante carenza di lavoratori stagionali dopo lo scoppio della pandemia di coronavirus.

La speranza degli imprenditori agricoli è che la tecnologia possa essere utilizzata per colmare la carenza di lavoratori e raccogliere frutta e verdura stagionale, come fragole, lattuga e mirtilli.

Gli agricoltori sperano che la tecnologia possa essere implementata – ed essere quindi pienamente operativa – per il raccolto del prossimo anno.

Tra il diffondersi della pandemia di coronavirus e la Brexit, il timore è che si arrivi ad un drastico calo del numero di lavoratori stagionali nelle fattorie del Regno Unito.

I robot già impiegati nel settore della ristorazione 

Sono necessari circa 80.000 lavoratori per soddisfare la domanda ogni anno, ma a causa delle restrizioni imposte in seguito al coronavirus dovrebbe giungere in Regno Unito solo il 30% di quei lavoratori.

Il professor Simon Pearson, che lavora sulla tecnologia agroalimentare presso l’Università di Lincoln, ha affermato che i robot potrebbero risolvere “gravi problemi” nella raccolta di frutta e verdura. Per questo si sta lavorando molto per cercare di arrivare il prima possibile all’impiego di queste nuove tecnologie, come riportato anche dal Daily Star Online.

In altri settori, come quello della ristorazione, si stanno già studiando soluzioni simili.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!