Piccolo cigno “invade” la strada: runner lo prende a calci uccidendolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:16

cigno uccisoIndignazione in tutto il Paese ma anche oltre confine per la morte di un piccolo cigno, aggredito a calci da un uomo solo perchè era uscito dallo stagno creando intralcio

Hanno suscitato un’ondata di indignazione in ogni parte del mondo le immagini di un piccolo cucciolo di cigno preso a calci con una violenza inaudita prima di essere lasciato a terra in fin di vita. La vicenda arriva da Londra, all’interno di Richmond Park e purtroppo non ha un lieto fine: l’animale infatti è deceduto a causa della gravità delle ferite riportate. Secondo la ricostruzione dei media locali a colpirlo con brutalità sarebbe stato un passante per un motivo futile: il piccolo cigno, nato pochi giorni prima, era uscito dallo stagno andando a camminare sulla pista che lo costeggia e avrebbe per questo creato un intralcio all’aggressore. Gli operatori dello Swan Sancturary, struttura per animali alla quale il cigno è stato portato da chi lo ha trovato per primo, hanno tentato di tutto per provare a salvarlo ma l’epilogo è stato il peggiore. Dopo alcuni giorni di agonia il piccolo cigno è morto. Per questo hanno rilasciato la seguente dichiarazione: “Innanzitutto ringraziamo tutti coloro che hanno fatto gli auguri a questo piccoletto. Nonostante il nostro staff abbia lavorato con lui ogni giorno, le sue ferite erano troppo gravi perché riuscisse a guarire ed è morto nel pomeriggio di mercoledì”. Gli attivisti avevano in precedenza dichiarato, quando il cigno era ancora in vita: “Ringraziamo il coraggioso runner che faceva jogging vicino al laghetto a Richmond Park che ha deliberatamente preso a calci il piccolo cigno appena nato piuttosto che scansarlo e correre fuori dal percorso”.

Gli attivisti: “Aiutateci a trovare il colpevole”

Ora è caccia alla persona che ne ha provocato il decesso: gli attivisti hanno chiesto ad eventuali testimoni di farsi avanti e raccontare quello che hanno visto. Ogni dettaglio potrebbe infatti rivelarsi prezioso per individuare il colplevole. Al momento gli unici testimoni sono i ragazzi che hanno allertato le forze dell’ordine e che per primi hanno soccorso il cigno. L’aggressore sarebbe un 60enne che avrebbe colpito anche un altro cigno, il quale sarebbe però riuscito a scappare in acqua. Il secondo cigno è invece rimasto inerme a terra. Le indagini sono condotte dagli agenti della Royal Park Police, utilizzando anche le riprese delle telecamere di videosorveglianza della zona.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!