31enne travolge e uccide pedone ma al papà dice: “Ho preso una buca”

si allontana dopo aver investito un uomoHa investito un 62enne provocandone il decesso ma non si è fermato. L’autore è un 31enne che stava usando l’auto del padre

Ha investito un pedone, provocandone la morte ma anzichè fermarsi e chiamare i soccorsi è tornato a casa raccontando al padre di aver preso una buca. Con, potenziali gravi conseguenze dal punto di vista penale per quanto accaduto nella serata del 12 giugno in via Busiago di Vigodarzere, dove il 62enne Leni Lorenzato è stato travolto perdendo la vita sul colpo. L’allarme è stato lanciato per primo da un residente che ha allertato i carabinieri della stazione di Noventa Padovana: agli agenti ha raccontato di aver visto un’auto investire l’uomo per poi allontanarsi senza prestare soccorso. L’auto in questione è di proprietà di un 69enne di Vigodarzere, recatosi sul luogo dell’incidente dopo aver ricevuto un messaggio preoccupante dalla sua compagnia assicurativa. Infatti nel messaggio veniva segnalato che il veicolo a lui intestato era rimasto coinvolto in un incidente, come da lui stesso spiegato ai carabinieri.

La ricostruzione della dinamica dei fatti

Ma chi c’era a bordo? Il figlio 31enne che vive con l’uomo e che ha raccontato al padre di aver preso una buca mentre stava tornando a casa ma di non avergli dato troppo peso, non fermandosi e proseguendo il viaggio. Quando però il 69enne è andato a vedere in che stato fosse l’auto si è accordo che oltre ai danni al paraurti erano presenti alcune macchie di sangue. È stato dunque disposto il sequestro, da parte del Magistrato di turno, dell’auto mentre sulla salma potrebbe essere disposta un’autopsia. I militari dovranno ricostruire nel dettaglio la dinamica dei fatti per stabilire con certezza di chi sia la responsabilità e chi si trovasse alla guida del veicolo che ha investito l’uomo. Al momento il 31enne è stato denunciato in stato di libertà per il reato di omicidio stradale, non procedendo dunque al suo arresto.