Madre in ospedale per forte mal di schiena partorisce: il miracolo di Luca, nato a sole 10 settimane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:10

Nato prematuro, sopravvive

Un bambino miracolo è riuscito a sopravvivere nonostante la propria nascita prematura, avvenuta a sole 10 settimane.

Rebecca Asquith non sapeva cosa stava per accaderle quel giorno quando, il 15 Maggio, si è recata in ospedale a causa di un forte mal di schiena. La ragazza di 25 anni dopo pochi minuti è entrata in travaglio, dando alla luce Luca, un bambino di appena “due libbre e 8 once”.

La giovane si trova ancora presso l’unità di terapia intensiva neonatale del Royal Bolton Hospital, e ha raccontato che non si tratta del primo parto prematuro che vive.

“I miei bambini sembrano semplicemente scegliere di uscire ogni volta che vogliono. Ho fatto tutti i test e i dottori fanno tutto il possibile – ma vado in travaglio spontaneamente, non c’è un motivo dietro.”

Quando era già madre a tempo pieno di due figli, ha avuto il primo parto prematuro ed è stato particolarmente spaventoso. La bambina naque di 31 settimane, e fu costretta a restare in ospedale per 5 settimane e 3 giorni. Il parto successivo fu a 35 settimane ma la degenza fu solo di 5 giorni, sempre per problemi respiratori.

La battaglia di Luca in terapia intensiva

I medici stanno facendo tutto il possibile per aiutare il piccolo Luca, che però ha subito danni al cervello che “lo influenzeranno molto” a detta dei medici. Per la giovane mamma è “dura da mandare giù, ma lui è qui e respira e questo è tutto ciò che conta per me e suo padre” come raccontato sul Mirror.

Sanno che il loro piccolo avrà bisogno di supporto tutta la vita ed è difficile per una madre, perchè si vuole sempre il meglio per i propri figli ma la ragazza afferma”finchè sarò qui farò del mio meglio per essere tutto ciò di cui ha bisogno”.

Gli altri figli stanno bene e Isabella, nata con un peso di 3kg a 31 settimane, ora ha 4 anni. Lola nata di 5 kg a 35 settimane è “una dura” e adesso ha 2 anni. Le altre due bambine sono Ava, di 5 anni e Eliza, di un anno.

Adesso Rebecca spera di raccogliere dei fondi per supportare la terapia intensiva neonatale dove ha visto gli infermieri spendersi moltissimo per salvare la vita ai bambini, ogni giorno.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!