Micheal Schumacher e l’operazione con le cellule staminali: secondo i media inglesi non sarebbe imminente

Svariate testate italiane hanno riportato due giorni fa della voce – proveniente dalla Francia (dal quotidiano transalpino Le Dauphine) – secondo cui il sette volte campione del mondo di Formula 1 Micheal Schumacher sarebbe pronto ad essere sottoposto ad una operazione con cellule staminali nei prossimi giorni, nella speranza che ciò possa servire a rigenerare il suo sistema nervoso dopo la drammatica caduta con gli sci avvenuta nel 2013.

Secondo quanto riportato, verranno trasferite le cellule staminali dal cuore o dal midollo osseo al cervello di Schumacher.

In realtà, questa operazione non sarebbe così imminente.

Il giornale inglese The Guardian avrebbe dapprima contattato la famiglia del campione tedesco (che avrebbe rifiutato di commentare) per poi smentire la possibilità che Schumacher venga sottoposto a questo tipo di operazione.

Se ciò avverrà, avverrà una volta che i rischi associasti al coronavirus siano ridotti ai minimi termini.

Capo soccorritore torna sull'incidente
(Getty)

Intanto, riportano, i tabloid inglesi tra cui il Daily Star, il dottor Nicola Acciari dell’Ospedale di Bologna – che si è più volte espresso in merito alle condizioni di salute di Schumacher – si sarebbe così espresso in merito alla efficacia della tecnica introdotta dal dott. Menasche, noto come “pioniere nella chirurgia delle cellule staminali”:

“L’obiettivo è quello di rigenerare il sistema nervoso di Michael. Negli ultimi 20 anni, la scienza ha fatto enormi progressi nel trattamento delle cellule staminali. Ma ciò non cambia che non sappiamo ancora molto sul cervello. Non siamo in grado di dire quali saranno i risultati”.