La piccola Maddie McCann è morta. La procura tedesca ha avvisato la famiglia, senza al momento fornire altri dettagli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:07

Maddie McCann sarebbe morta secondo le rivelazioni della procura tedesca alla famiglia della piccola. Gli inquirenti non forniscono ancora le prove. Il sospettato numero 1 dell’omicidio della piccola sarebbe il 43enne Christian Brueckner.

Il procuratore tedesco Hans Wolters, a capo dell’indagine su Maddie McCann, la bimba scomparsa nel 2007 in Portogallo all’età di 3 anni, ha scritto ai genitori della piccola. Ci sarebbero “prove concrete” che la figlia sia stata assassinata, ma al momento egli non potrebbe rivelare dettagli o altri particolari. Si avrebbe, quindi, solo la conferma della morte senza rilascio di prove concrete al momento.

Wolters ha anche ammesso lo scambio di informazioni tra la squadra tedesca, Scotland Yard e il Portogallo. Solo pochi giorni fa, il procuratore aveva lasciato ancora delle speranze sulla bimba in vita.

Il sospettato numero 1 sull’omicidio della piccola è Christian Brueckner, 43enne tedesco, con precedenti per pedofilia e droga. L’uomo era già stato condannato in primo grado in passato per lo stupro di una 72enne.

Maddie McCann, la procura tedesca informa la famiglia sulla morte della piccola. Il sospettato principale è Christian Brueckner

Secondo gli inquirenti, sarebbe stato proprio Brueckner a rapire Maddie la sera del 3 maggio 2007 lasciata da sola con i fratelli più piccoli nell’appartamento. L’uomo fu avvertito da un complice che lavorava nel villaggio turistico dove la famiglia della piccola era in vacanza.

Il procuratore Wolters ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al ‘Mirror’: “Abbiamo ristabilito i contatti con la famiglia McCann per iscritto. Ovviamente, consideriamo che sarà molto difficile per la famiglia sapere che riteniamo Madeline morta, ma non possiamo dire perché. È più importante inchiodare il colpevole piuttosto che mettere le nostre carte sul tavolo spiegando loro perché pensiamo lo sia”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!