Nuotata con gli amici finisce in tragedia: 20enne muore, dopo essere stato trasportato in ospedale

Tratto in salvo da annegamento

Un giovane di 20 anni, Keivan Ulhaq, si è trovato in difficoltà durante una nuotata tanto da necessitare di soccorsi che però si sono rivelati inutili. Il ragazzo è deceduto presso l’ospedale dove era stato condotto dopo il salvataggio.

“Dolce e gentile”: così ricordano Keivan, morto nell’ospedale dove era stato portato dopo aver rischiato l’annegamento. Il giovane si trovava in Scozia, in un luogo noto per la particolare bellezza quale il  Lechore Meadows Country Park. Sabato intorno alle 18:00 stava nuotando vicino a Lochgelly, Fife, quando ha manifestato delle difficoltà per cui una barca si è avvicinata per tirarlo su.

Il Mirror racconta che le condizioni del giovane sono apparse subito critiche al personale ospedaliero.

Il ragazzo raccontato dai suoi amici

Tutti coloro che hanno voluto bene a Keivan sono devastati dal dolore e in molti hanno voluto rendergli omaggio.

“Onestamente non so cosa scrivere, non so come spiegare quanto tu sia una persona straordinaria” racconta uno dei suoi amici.

“Sei una delle anime più dolci e gentili che abbia mai incontrato, non abbiamo parlato molto ultimamente ed è doloroso non poterlo fare più”.

“Ci mancherai più di quanto tu possa immaginare e tutti noi ti adoriamo”.

“Vola alto e lancia una palla lassù. Rip Keavs.”.

Questi sono solo alcuni dei tributi lasciati dagli amici del giovane, che hanno condiviso anche le  proprie foto con Keivan.

Un portavoce della polizia ha confermato di aver ricevuto una chiamata intorno alle 18:00 di sabato relativamente ad un ragazzo di 20 anni sccorso in acqua. Keivan, di Cowdenbeath, è stato trasportato al Victoria Hospital dove è deceduto poco dopo.