Archiviate le indagini sui due uomini accusati di aver violentato Pamela Mastropietro. Lo zio: “Difetto di querela”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:41

Sono state archiviate le indagini sui due uomini accusati di aver stuprato Pamela Mastropietro il giorno prima del suo omicidio.

Un vero e proprio orrore giudiziario. Per un difetto di querela sono state archiviate le indagini sui due uomini accusati di aver stuprato Pamela Mastropietro il giorno prima del suo omicidio, il 30 gennaio 2018. Per quale motivo? Non è presente la querela della vittima e, in assenza di questa, il procedimento penale va chiuso.

Gli uomini che hanno incontrato Pamela hanno approfittato del suo corpo, nonostante la diciottenne fosse in “evidente stato di difficoltà e di minorata difesa”. I due uomini, un cinquantenne di Mogliano e un tassista di origine argentina, sono stati accusati di aver avuto rapporti sessuali con la ragazza, nonostante i suoi evidenti problemi.

La ragazza si era allontanata dalla comunità Pars di Corridonia, dove si trovava in cura.

Archiviate le indagini sui due uomini accusati di aver stuprato Pamela Mastropietro. Lo zio e avvocato: “La motivazione è il difetto di querela che, essendo maggiorenne, solo Pamela avrebbe dovuto presentare”

Queste le parole dello zio e legale della famiglia, l’avvocato Marco Valerio Verni: “Sostanzialmente la motivazione è il difetto di querela che, essendo maggiorenne, solo Pamela avrebbe dovuto presentare. Nessun altro, né l’amministratore di sostegno, né la nonna o un eventuale curatore speciale, avrebbe potuto farlo se non lei stessa, uccisa però in via Spalato il giorno dopo le violenze. Eravamo preparati a questo esito. Purtroppo la storia di mia nipote ha dimostrato di essere uno sfortunatissimo unicum”.

E ancora: “Quante volte capita che una persona, vittima di un presunto reato, muoia il giorno successivo, per altri fatti ancora, senza aver avuto né il tempo né il modo di sporgere la relativa querela? Tra l’altro il giudice delle indagini preliminari non sembra aver affatto escluso che Pamela, quel 29 gennaio, potesse essere in condizioni di inferiorità psichica”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!