Matteo Salvini contro De Luca: “A parole è un campione. Crozza continua a far ridere perché è un genio, lui no”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:21

Durante la pandemia del coronavirus il governatore campano De Luca ha ottenuto una visibilità sempre maggiore.

Una visibilità legata anche alle uscite dell’ex sindaco di Salerno, spesso sopra le righe (come dimenticare la battuta sui carabinieri da dotare di lanciafiamme pronti ad interrompere eventuali feste di laurea dei campani?).

E mentre De Luca guadagnava visibilità, il leader della Lega Matteo Salvini vedeva il suo consenso (sia pur leggermente) sgretolarsi.

E così adesso – in un’intervista a radio Cusano Campus – l’ex ministro dell’Interno ha avuto modo di levarsi qualche sassolino dalla scarpa, attaccando De Luca sul suo operato (in realtà attacchi vicendevoli non sono esattamente una novità): “De Luca a parole è un campione, però chiedete ai campani sulla questione rifiuti. Ci sono ancora centinaia di milioni di ecoballe per le strade, nei depositi campani. Un governo si occupa di sanità, rifiuti e viabilità. Chiamate a caso un cittadino di Napoli o di Salerno e chiedetegli quanti ospedali sono stati chiusi e quanti rifiuti sono stati tolti”.

Salvini ha quindi risposto agli attacchi diretti di De Luca: “Io tifo per la pandemia? È un poverino, è una settimana che mi insulta, cosa gli vuoi rispondere? Io da ministro dell’interno non guardavo ai colori politici e per la Campania abbiamo investito in uomini, mezzi, più di quanto abbiamo investito in altre regioni. Probabilmente anche De Luca ha capito che alla terza, alla quarta, alla quinta battuta la gente ride, alla sesta si incazza, perché oggi i problemi sono la cassa integrazione e i soldi alle imprese che non arrivano. Poi Crozza continua a far ridere perché è un genio, De Luca no. Vedremo poi alle prossime elezioni regionali chi vincerà, vedremo se la gente lo rivoterà”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!