Nessie, ancora un possibile avvistamento del famigerato mostro di Loch Ness: si riaccende il dibattito sulla sua esistenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:56
Ph Steve Challice

L’apparizione di nuove foto scattate nelle mitiche acque del lago di Loch Ness hanno riacceso il dibattito sull’esistenza di Nessie: le immagini sembrano mostrare la presenza di uno strano animale acquatico

Delle fotografie scattate di recente in Scozia, da una persona che si trovava in vacanza nelle zone del Lago di Loch Ness, rappresenterebbero l’ultima prova prodotta in ordine di tempo dell’esistenza di Nessie. La storia del mitico mostro che si dica popoli le acque di questo lago delle Highlands, divenuto meta di turisti senza ombra di dubbio incuriositi da questa leggenda metropolitana, affascina da decenni un mucchio di persone in tutto il mondo. I complottisti, in prima battuta. Il Daily Star ci racconta cosa sarebbe accaduto a questo vacanziere e ci mostra le immagini da lui catturate.

Nuove foto del presunto mostro di Loch Ness, un turista pubblica una foto di un grosso animale acquatico: il web di scatena

Steve Challice, un uomo che vive a Southampton, ha trascorso le sue passate vacanze estive nelle Highlands, nei pressi del famigerato Lago di Loch Ness. L’uomo, che ha compiuto un’escursione presso il castello di Urquhart (che si trova proprio sulle rive dello specchio d’acqua), riguardando le fotografie scattare si è reso conto di aver immortalato un grosso animale che nuotava nelle acque del lago. La foto è stata pubblicata in rete e subito in molti hanno ipotizzato che si potesse trattare del leggendario mostro Nessie.

Nel corso della sua visita al castello, l’attenzione di Steve venne catturata da una “strana” scia che si era formata sulla superficie dell’acqua. Il lago non era attraversato da imbarcazioni, e dunque non era stato il movimento di un qualche mezzo di trasporto a originarla. Sempre più incuriosito, l’uomo iniziò a piantare l’obiettivo della sua fotocamera verso la sponda opposta del lago, nella speranza di risalire a cosa la stesse provocando. Ebbene, pare proprio che sia stato proprio il movimento di un grosso animale a causare quella increspatura.

Steve Challice ha parlato della sua esperienza con i giornalisti inglesi, anche perché la foto ha davvero fatto riesplodere le teorie del complotto.

Nuove foto del presunto mostro di Loch Ness, Steve Challice ai giornalisti: “Forse ho fotografato un pesce gatto”

Steve Challice si è messo a sistemare le foto delle sue vacanze durante il lockdown e si è accorto che in una compariva un grosso pesce, che ha stimato essere lungo circa 8 piedi (parliamo di circa 2,5 metri).

Ho iniziato a fare un paio di scatti e poi questo grosso pesce è venuto in superficie e poi è tornato di nuovo giù. Compare solo in uno scatto e, a dire il vero, è stata una specie di colpo di fortuna. Ho guardato per un po’ ma non l’ho più visto“, ha dichiarato Challice ai microfoni del Daily Record.

Tuttavia l’uomo, che ha condiviso la foto sul web facendo impazzire i complottisti e i convinti sostenitori dell’esistenza di Nessie, non crede all’esistenza del mostro di Loch Ness. Anzi. Challice è convinto che ci sia un’identificazione certa e scientifica per l’animale da lui così catturato:

Devo dire che non credo nel mostro di Loch Ness e francamente penso che, se ci sia qualcosa, allora c’è una spiegazione logica per la maggior parte degli avvistamenti. La mia ipotesi sarebbe che quello che ho catturato sia un pesce gatto o qualcosa del genere“.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!