Cornicione in cemento collassa in strada: mamma e due figli travolti, sono morti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:44

morti mamma e due figliUna donna è due dei suoi tre figli sono morti travolti dalle macerie di una tettoia in cemento crollata a terra. Illesi il marito e il terzo figlio

Un cedimento improvviso della tettoia in cemento armato di un ex edificio industriale oggi adibito a ristorante oltre ad ospitare altre attività ha provocato la morte di due persone, una mamma con i suoi bambini. Il disastro è avvenuto in via Marconi ad Albizzate, dove è collassata l’intera tettoia che corre per diversi metri lungo l’intero lato della struttura. Secondo una prima ricostruzione la donna di 38 anni si trovava con un bambino di 5 anni proprio sotto la tettoia e sarebbe stata travolta senza possibilità di sfuggire al crollo: entrambi sono morti sul colpo. La seconda figlia, una neonata di un anno che si trovava nel passeggino, ha riportato ferite gravissime ed è stata trasportata d’urgenza all’ospedale di Gallarate dove purtroppo è deceduta. Illeso invece il fratello di nove anni che si trovava a poca distanza in bici ma che non è rimasto coinvolto nel crollo così come il padre, che in quel momento era sull’altro lato della strada. Ferita, seppur lievemente, una ragazza che stava passando nella via e che è stata portata al nosocomio di Varese in codice giallo.

Avviata un’indagine per chiarire le cause del crollo

Sul posto sono intervenute diverse squadre dei vigili del fuoco e le forze dell’ordine, con i carabinieri del reparto operativo di Varese. La via è stata interdetta alla circolazione poichè ricoperta dalle macerie cadute a terra. La causa del crollo è da chiarire: potrebbe trattarsi di un cedimento strutturale anche se ogni ipotesi è al momento al vaglio degli inquirenti che hanno avviato un’indagine. Il sindaco di Albizzate Mirko Zorzo si trovava in quella via proprio nel momento del crollo ed è stato ricoperto di polvere in seguito all’importante quantità di materiale caduta a terra.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!