Semaforo arancione a Brescia, Bologna e Perugia: il termometro supererà i 35 gradi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:13
Allerta caldo in Italia
Domenica calda e afosa in tre comuni italiani

Domenica calda in tre città italiane: Bologna, Brescia e Perugia oltre i 35 gradi

Prepariamoci ad una domenica da semaforo arancione in arrivo per tre città italiane, con il termometro che andrà ben oltre i 30 gradi.

Vivranno l’ultima domenica di giugno con temperature afose Brescia, Bologna e Perugia, con le previsioni che arrivano per nulla confortanti.

Allerta caldo, domenica da semaforo arancione in tre città italiane

L’estate è ormai arrivata e per domenica 28 giugno sarà semaforo arancione per tre noti comuni italiani. Stiamo parlando di Brescia, Bologna e Perugia dove, secondo e ultime indicazioni, il termometro andrà a superare i 35 gradi.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, gli avvertimenti della dottoressa Antonia Ricci (IZSVE): Non abbassare la guardia

Gli esperti valutano il grande caldo, pronto ad arrivare nei tre comuni citati, possono rallentare l’ondata del Coronavirus anche se allo stesso tempo tutto questo può essere un’arma a doppio taglio. Infatti, sempre secondo gli esperti, il grande caldo in arrivo potrebbe essere un serio rischio per i malati cronici, anziani e neonati.

Una domenica afosa: tutte le prevenzioni

Questa domenica 28 giugno sarà particolarmente afosa e calda soprattutto per la città di Bologna. Nel capoluogo di provincia dell’Emilia Romagna domani le temperature saranno molto elevate, con l’Asl bolognese che si è mossa in anticipo con tutte le cautele del caso.

LEGGI ANCHE -> Il coronavirus può causare anche disturbi neurologici. Lo studio sui pazienti guariti

In vista di questa tremenda ondata di caldo, a Bologna è attivo un piano di sostegno per le categorie più deboli e quindi a forte rischio. A riferire del pericolo è stato anche il Ministero della Salute, indicando la giornata di domani una delle più calde per Brescia, Bologna e Perugia. C’è anche un numero verde in caso di problemi di salute nel capoluogo di provincia emiliano: 800 562 110.

Riccardo Aprosio

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!